CELEBRATO A GEDDA L'ITALIAN DESIGN DAY 2020

GEDDA\ aise\ - Il Consolato Generale d’Italia a Gedda, in collaborazione con ArchiNet, ha ospitato il 16 novembre scorso un seminario virtuale con l’architetto italiano Massimo Roj e l’architetto saudita Atef Alshehri, in occasione delle celebrazioni per la Giornata internazionale del design italiano - Italian Design Day 2020.
L’evento, organizzato virtualmente a causa delle limitazioni imposte dal COVID, ha riscosso un notevole successo e suscitato grande interesse da parte della platea saudita che si è intrattenuta per l’intera durata del seminario, interloquendo attivamente con il noto Architetto italiano.
Come noto, l’Italian Design Day è la rassegna tematica annuale lanciata nel 2017 dal Ministero per gli Affari Esteri e per la Cooperazione Internazionale, in collaborazione e con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo e delle principali associazioni di settore, con l’obiettivo di promuovere il design italiano nel mondo. Negli ultimi decenni, l’industria del design italiana si è affermata quale uno dei principali motori della crescita economica e delle esportazioni italiane. Le aziende italiane di design si sono imposte sui mercati internazionali grazie alla loro capacità di produrre creazioni originali e rispondenti alle esigenze locali. Unendo eccellenza estetica, creatività e innovazione, il design italiano è diventato un’icona del “marchio Italia” facilmente riconoscibile e apprezzata in tutto il mondo.
Il tema dell’edizione 2020 dell’Italian Design Day è stato “Disegnare il futuro. Sviluppo, Innovazione, Sostenibilità e Bellezza”. Seguendo la fortunata formula di “100 Ambasciatori del design italiano per 100 città”, cento professionisti (designers, architetti, urbanisti, imprenditori e insegnanti) hanno esplorato i diversi elementi del tema di quest’anno in 100 eventi organizzati in tutto il mondo.
Laureatosi al Politecnico di Milano nel 1986, l’architetto Massimo Roj dal 1982 lavora per diversi studi di architettura, tra cui Spinelli, Morisi e Helg e dal 1988 ricopre la carica di Project Architect e Project Manager per una società internazionale di progettazione. Nel 1994 ha fondato a Milano Progetto CMR, società italiana leader nel settore della progettazione integrata, dove svolge attività nei campi della Pianificazione degli spazi, Disegno degli interni e Architettura. Dal 2000 ha iniziato ad esplorare nuovi mercati entrando a far parte di EAN, network europeo HOK e nel 2002 è approdato in Cina, dove oggi vanta una posizione consolidata, con uffici a Pechino e Tianjin. Dal 2006 fa parte del comitato scientifico di ULI (Urban Land Institute). È Visiting Professor all’Università di Tianjin. Tra gli altri, suoi sono il progetto delle Torri Garibaldi a Milano che riceve il Mattone d'Oro 2009 come Migliore Opera di Ristrutturazione ed il sistema di arredo Revo, disegnato per Manerba che si aggiudica il Good Design 2008 assegnato dal Chicago Athenaeum. Dal 2010 Progetto CMR è tra i primi 100 studi di architettura al mondo segnalati da BD World Architecture 100.
Fondata nel 2017 e con oltre 20mila membri in Arabia Saudita, Medio Oriente e nel resto del mondo, ArchiNet è una piattaforma di dialogo che unisce professionisti e accademici rappresentativi di tutti i settori dell’architettura e del design, con l’obiettivo di favorire lo scambio di conoscenze e la condivisione di esperienze. (aise)