DOPO 25 ANNI DAKAR HA DI NUOVO IL SUO IIC

DOPO 25 ANNI DAKAR HA DI NUOVO IL SUO IIC

DAKAR\ aise\ - È stato il vice ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, oggi in visita nel Senegal, ad inaugurare a Dakar la sede dell’Istituto Italiano di Cultura che riapre nella capitale senegalese dopo 25 anni.
"Vogliamo rafforzare il legame già stretto con il Senegal e, in generale, con un continente straordinario", ha detto Del Re nel suo discorso. "L’Africa è una terra di opportunità che si possono realizzare perseguendo i valori della tolleranza e della pace; la cultura è al servizio di questi valori".
"Dakar e il Senegal", ha aggiunto, "sono un punto di riferimento imprescindibile per la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale sempre più ricco e vivo del continente".
A dirigere l’Istituto sarà Cristina Di Giorgio, che in passato ha maturato esperienze a capo di altri Istituti Italiani in Cultura, in particolare in Germania.
Il vice ministro Del Re ha poi presieduto la riunione di coordinamento degli Istituti Italiani di Cultura dell’Africa sub-sahariana a conclusione del programma "Italia, Culture, Africa", la rassegna annuale ideata e promossa dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese per rafforzare il dialogo e la cooperazione culturale con l’Africa.
Nel corso della visita, il vice ministro ha presenziato alla firma di un accordo di collaborazione tra il Museo etnografico Pigorini di Roma e il Museo delle civiltà nere di Dakar. L’intesa tra i due musei, un progetto ideato e fortemente voluto da Emanuela Del Re, è un esempio di partenariato tra due prestigiose istituzioni basato sulla multimedialità e la contemporaneità. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi