La viceministra Sereni introduce la guida di Eduitalia “Study in Italy 2021”

ROMA\ aise\ - In un anno particolarmente difficile anche per il settore Study Abroad italiano, Eduitalia ha accolto con “gratitudine e incoraggiamento” la presentazione che la Vice-Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Marina Sereni, ha fato per la Guida Eduitalia - Study in Italy 2021.
“È con piacere che vi presento la Guida Eduitalia “Study in Italy 2021” - ha detto Sereni -. Dal 2007 la Guida rappresenta un importante strumento per promuovere il sistema accademico italiano all'estero. Con la sua rete di università, istituzioni e scuole, Eduitalia svolge un ruolo cruciale nella promozione dell'istruzione superiore italiana all'estero. Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale considera la cultura un elemento fondamentale della propria strategia di politica estera. C'è una forte richiesta di cultura italiana nel mondo, e la rete diplomatica italiana, che comprende Istituti Italiani di Cultura e Scuole Italiane, è pienamente impegnata in uno sforzo globale di promozione - consapevole che promuovere la lingua italiana, così come l'istruzione superiore italiana e la cultura italiana in generale nei suoi termini più ampi - significa anche promuovere lo stile di vita italiano”.
“Il 2020 - ha aggiunto la viceministra - è stato un anno impegnativo per le nostre istituzioni culturali e di apprendimento, e in particolare per il settore" Study Abroad. Le misure per contenere la pandemia COVID stanno avendo un impatto significativo sulla mobilità internazionale di studenti e ricercatori. Ciò rappresenta un pesante fardello per il nostro sistema accademico. Tuttavia, la crisi rappresenta anche un'opportunità che non possiamo sprecare. Durante la pandemia, siamo diventati più consapevoli del valore aggiunto rappresentato dalla presenza di studenti internazionali nelle istituzioni educative italiane. Gli scambi interculturali e la mobilità degli studenti sono fondamentali per l'ambiente economico locale e per la crescita culturale del nostro Paese, e questo messaggio diventa ancora più convincente mentre ci sforziamo di riprenderci da questa crisi”.
“Inoltre - ha concluso -, far conoscere il modello di apprendimento dell'Italia in tutto il mondo rappresenta una componente vitale della nostra diplomazia culturale. Eduitalia è un partner fondamentale per il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale nel nostro comune sforzo di attrarre studenti di talento da tutto il mondo. Confido che Eduitalia continuerà a garantire un contributo significativo a tal fine, in collaborazione e con il supporto della nostra rete diplomatica”. (aise)