PATAMIA (MAIE) INCONTRA IL CONSOLE D’ITALIA A MARSIGLIA ALESSANDRO GIOVINE

PATAMIA (MAIE) INCONTRA IL CONSOLE D’ITALIA A MARSIGLIA ALESSANDRO GIOVINE

MARSIGLIA\ aise\ - Complesso ed ambizioso il piano di rilancio economico e supporto politico messo in atto dal segretario MAIE Europa Francesco Patamia a favore degli italiani all’estero.
Da mesi impegnato, prima da remoto e ora nuovamente fisicamente, ad ascoltare le istanze degli expat italiani in tutta Europa, lo scorso giovedì, 23 luglio, il segretario Patamia ha incontrato il console d’Italia a Marsiglia Alessandro Giovine.
In tale occasione, il segretario Patamia ha manifestato la sua disponibilità a mettersi al servizio delle istituzioni e fungere da intermediario tra la popolazione locale, gli imprenditori, le associazioni ed il Governo nazionale.
A seguito di un lungo e proficuo scambio di vedute, Patamia ha annunciato l’apertura di sedi del Movimento Associativo Italiani all’Estero nel territorio marsigliese, volontà che è stata accolta con entusiasmo dal console.
Durante l’incontro, il console Giovine ha sollevato numerose problematiche relative all’integrazione degli italiani nel tessuto commerciale marsigliese e soprattutto la necessità di promuovere la cultura e l’eccellenza italiana.
Sono state inoltre discusse le strategie per snellire le lungaggini burocratiche ostative al regolare ed efficiente funzionamento del Consolato e proposte una serie di soluzioni che, allo stato, sono al vaglio.
“Grazie al Sen. Ricardo Merlo, sottosegretario agli Esteri e presidente del MAIE, i risultati dell’incontro sono stati portati nella “stanza dei bottoni” dove si lavorerà duramente per trasformarli presto in proposte legislative”, ha dichiarato Patamia. “L’impegno è costante e senza sosta, ora più che mai”.
L’agenda del segretario MAIE Europa è già fitta di appuntamenti: nei prossimi mesi ha pianificato numerosi incontri con le rappresentanze dell’Esecutivo e con le Ambasciate e i Consolati d’Italia ove la comunità italiana è più numerosa: non solo la Francia ma anche il Belgio, la Svizzera e la Germania.
Sono state intanto avviate le procedure per la valutazione dei CV dei candidati alla posizione di referenti delle sedi periferiche MAIE che entro settembre – questo l’auspicio del segretario, prenderanno servizio. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi