SCOMPARSO IL DIRETTORE DEL MUSEO DELLE CIVILTÀ GAMBARI: IL CORDOGLIO DELL’IILA

ROMA\ aise\ - “Con enorme tristezza apprendiamo la notizia della improvvisa scomparsa di Filippo Maria Gambari, Direttore del MUCIV - Museo delle Civiltà, con il quale sin dal dicembre dello scorso anno IILA aveva sottoscritto un accordo per la realizzazione di attività volte alla valorizzazione degli aspetti culturali, storici e contemporanei dell’America Latina”. Con queste parole l’Istituto Italo-Latino Americano - IILA ha espresso il suo cordoglio per la morte del direttore del MUCIV.
“Proprio oggi - ha aggiunto l’IILA in una nota - presso il Salone d’Onore del Museo di Arti e Tradizioni Popolari, avremmo dovuto inaugurare la Mostra “Qhapaq Ñan, Il grande cammino delle Ande”, evento che siamo stati costretti a posticipare in ottemperanza alla decisione governativa di chiusura dei musei per il contenimento del COVID-19. Il Direttore Gambari aveva sposato il progetto fin dall’inizio, apportando preziosi contributi scientifici alla mostra e dimostrandosi eccellente compagno di viaggio dell’IILA lungo il Qhapaq Ñan”.
“Ci addolora profondamente che non abbia potuto vedere il frutto del suo lavoro - ha concluso l’IILA -. Con Filippo Maria Gambari, l’IILA perde una figura di riferimento e un grande alleato”.
Molti sono gli istituti d’arte e cultura e i musei che hanno voluto ricordare Gambari, tra questi il Museo Nazionale Romano, i Musei Civici di Reggio Emilia e il Museo MArTA. Tra questi anche il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, per bocca del suo Ministro, Dario Franceschini: “mi stringo ai familiari di Filippo Maria Gambari. Un raffinato studioso e un ottimo direttore di uno dei musei autonomi del ministero. Una lunga carriera, rigorosa e ricca di incarichi di grande responsabilità. Ci mancherà”. (aise)