SOL INVICTUS: DA NORA LUX SESTA E ULTIMA STANZA DI “UNUS MUNDUS”

Sol Invictus: da Nora Lux sesta e ultima stanza di “unus mundus”

ROMA\ aise\ - Domani, 21 dicembre, alle 16.00 al Palatino di Roma, Nora Lux porterà in scena l’ultima stanza del suo lavoro “Unus Mundus in 6 stanze”.
Il progetto, iniziato il 21 giugno nel giorno del solstizio d’estate, apre il semestre di Unus Mundus e del sole decrescente concludendosi proprio con il solstizio invernale quando l’astro “morirà” per poi rinascere come sole nuovo.
La sesta stanza dedicata al “Sol Invictus” è curata da Lori Adragna.
Nora Lux, nella live performance site-specific porta il culto del femminino sacro presso le rovine del Tempio di Eliogabalo sul colle Palatino. L’Azione vuole ridefinire le relazioni tra il culto di Eliogabalo e quello della Magna Mater, assegnando a quest’ultima una nuova centralità che respinge la tradizione storica dell’appropriazione delle sue reliquie.
L’aerolite di Emesa, pietra meteorica sacra al Dio Sol, diviene qui simbolo di coniunctio oppositorum.
L’Intera performance si svolgerà in presenza nel pieno rispetto delle norme anti covid davanti all’entrata della Chiesa di San Sebastiano Al Palatino in via di San Bonaventura proprio di fronte ai resti del tempio di Eliogabalo. L’imperatore romano Marco Aurelio Antonino Augusto, che prese il nome del Dio El-Gabal rendendo pubblico il suo culto col nome di Deus Sol Invictus.
Naturalmente, la performance sarà visibile on line sulla piattaforma social di Facebook. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi