Villa Farnesina è on air

ROMA\ aise\ - Dalla meravigliosa ricostruzione in 3 D della “Villa romana della Farnesina” di epoca augustea del Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo a un cinegiornale in bianco e nero dell’Istituto Luce, dal rendiconto testuale di mostre, restauri e iniziative, ai podcast esplicativi e ai video realizzati. Tutto questo è “Villa Farnesina on air”, la nuova sezione del sito www.villafarnesina.it dedicato non solo, e non tanto, a chi in questo periodo non può ammirare dal vivo gli affreschi di Raffaello e bottega in quella che è stata la residenza di Agostino Chigi e ora, oltre che sede di rappresentanza dell’Accademia Nazionale dei Lincei, museo e sede espositiva, ma una testimonianza di quanto fatto attraverso svariati strumenti (dai video, appunto, ai testi, all’audio).
In “Villa Farnesina on air” si trovano 4 macroaree: Mostre; Restauri; Villa Farnesina: un laboratorio di resilienza; Loggia digitale.
Nella sezione dedicata alle mostre si trovano “Raffaello in Villa Farnesina: Galatea e Psiche”; “Leonardo a Roma. Influenze ed eredità”; “Lo scavo archeologico nel giardino di Palazzo Corsini”; “Villa Farnesina 1927-1944. Mostra del restauro dell’ing. Giovanni Massari (1940)”; “I colori della Prosperità: frutti dal Vecchio e Nuovo Mondo”.
Nella sezione “Restauri”: il restauro della Galleria delle Grottesche; L’Ottocento in Villa Farnesina con i restauri della Sala del Fregio e della Saletta pompeiana nell’ambito della storica collaborazione tra l’Accademia dei Lincei e l’Istituto Centrale per il Restauro che continuerà nel 2021 con un importante progetto di restauro della Loggia di Galatea con il coinvolgimento anche della Scuola di Studio e Alta Formazione dell’Istituto.
Nella sezione “Villa Farnesina: un laboratorio di resilienza”, si trovano approfondimenti sull’articolato piano d’azione della Villa Farnesina che prosegue tutt’oggi la pratica della resilienza in collaborazione con l’INGV, partendo da un formidabile intervento d’ingegneria civile sulle vibrazioni del traffico stradale del Lungotevere Farnesina: progetto del Socio linceo Gustavo Colonnetti (1886-1968) che nel 1959 propose una modifica dell’intero manto stradale del tratto della strada di pertinenza della Villa trasformandolo in una piastra galleggiante costituita da tamponi di gomma realizzati dalla Ditta Saga – Pirelli che avrebbero assorbito, attenuandole, le dannose vibrazioni del traffico.
Infine, nella sezione “Loggia digitale” è disponibile un sistema interattivo che permette di osservare a una distanza ravvicinata sia le storie di Amore e Psiche, opera di Raffaello, Giulio Romano e Giovan Francesco Penni, sia il particolarissimo pergolato e le specie animali realizzati da Giovanni da Udine su disegno di Raffaello a Villa Farnesina. (aise)