Assistenza sanitaria in Venezuela: le nuove convenzioni siglate a Caracas e Maracaibo

CARACAS\ aise\ - I Consolati italiani a Caracas e Maracaibo hanno siglato due nuove convenzioni per l’assistenza sanitaria dei connazionali indigenti.
In particolare, a Caracas, il Consolato generale ha stretto un accordo con il Centro Especialidades Anzoátegui a Lechería, dove i connazionali "assistiti" dal Consolato Generale potranno recarsi per fare analisi di laboratorio, ma anche per ospedalizzazione e chirurgia. La convenzione, spiegano da Caracas, si realizza attraverso il coordinamento con il Grupo Medico JSoteldo e i vice Consolati onorari competenti per territorio.
Per accedere all’assistenza consolare (che oltre a quella medico sanitaria, include anche l’assistenza economica sotto forma di sussidi fino a tre volte l’anno) occorre essere in possesso della cittadinanza italiana; essere residente in Venezuela; trovarsi in stato di difficoltà economica (la legge menziona il termine “indigenza”).
Chi viene incluso nel programma di assistenza offerto dal Consolato Generale d’Italia a Caracas, di fatto diventa – gratuitamente - titolare di una assicurazione medico sanitaria, che include anche l’offerta di medicine salva vita per i malati cronici (che vengono consegnate dietro presentazione di ricetta medica ogni tre mesi da Caracas in svariate città del Venezuela), nonché (al momento solo a Caracas) una tessera munita di codice QR per accelerare le pratiche di erogazione di tutti i servizi medici.
Chi non è ancora incluso in tale programma, se vive dentro il Distretto Federale, Miranda e Vargas, deve rivolgersi al Consolato Generale d’Italia a Caracas, o via email (assistenza.caracas@esteri.it), o recandosi presso la sede dell’Ufficio in Av. Mohedano senza appuntamento, chiedendo di essere ricevuto dal settore Assistenza; chi vive fuori da tali Stati, deve rivolgersi via email al titolare dell'Ufficio onorario competente per territorio.
Solo chi è già incluso nell’elenco “assistiti” del Consolato Generale può rivolgersi direttamente al Gruppo medico Soteldo (sitoweb: www.saluditalia.com; via email: asistenciaitalia@gmail.com; o via testo whatsapp: 0412 553 1084, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8:00 alle ore 19:00).
A Maracaibo, l’accordo con il Gruppo medico Soteldo – siglato sabato scorso dal Console Aniello Petito – sarà operativo da giovedì prossimo 28 gennaio.
Anche in questo caso si tratta di offrire assistenza sanitaria gratuita ai connazionali indigenti assistiti dal Consolato, competente per i residenti negli stati Zulia, Falcon, Tachira, Merida e Trujillo. (aise)