Etiopia: l’Italia sospende i pagamenti del debito/ L’ambasciatore Luzzi firma l’accordo con il ministro Shide

ADDIS ABEBA\ aise\ - Il Ministro delle finanze dell’Etiopia Ato Ahmed Shide e l’Ambasciatore italiano ad Addis Abeba Arturo Luzzi hanno firmato ieri, 28 gennaio, l’accordo sul trattamento del debito nell'ambito della Debt Service Suspension Initiative (DSSI), cioè l’iniziativa del G20 a sostegno dei paesi debitori più poveri, che l’Italia ha fortemente sostenuto fin dalla nascita
Data la particolare condizione di vulnerabilità che stanno vivendo i Paesi a basso reddito durante la pandemia da coronavirus, il G20 – attraverso la DSSI – concede in pratica una sospensione temporanea dei pagamenti del debito dovuti ai Paesi creditori fino al 30 giugno 2021, con la possibilità di un'ulteriore proroga di sei mesi.
“La firma di questo Accordo dimostra l'impegno dell'Italia per la cancellazione del debito, così come il nostro impegno a sostenere la crescita economica dell'Etiopia, soprattutto durante i tempi difficili causati dalla pandemia”, ha commentato l’ambasciatore Luzzi. L’accordo, ha concluso, “testimonia un ulteriore passo verso una più stretta collaborazione con questo Paese, nostro partner strategico nel Corno d'Africa”.
Il 25 gennaio, l’ambasciatore ha firmato un simile accordo anche con Gibuti, rappresentato dall’Ambasciatore gibutino in Etiopia Mohammed Idriss Farah. (aise)