A SPELLO (PG) LA VIGILIA DELLE ELEZIONI EUROPEE SI TINGE DEI COLORI DEGLI INSIGNITI AL MERITO DELLA REPUBBLICA

A SPELLO (PG) LA VIGILIA DELLE ELEZIONI EUROPEE SI TINGE DEI COLORI DEGLI INSIGNITI AL MERITO DELLA REPUBBLICA

PERUGIA\aise\– Dal 25 maggio al 30 giugno, avrà luogo a Spello (PG), presso lo Spazio “L’Angolo d’Ombra” (in via Giulia nr. 3), la seconda edizione della mostra artistica collettiva sul tema “I colori degli insigniti OMRI”, dove OMRI è l’acronimo di Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
Tale esposizione, nata su iniziativa dal Cavaliere Gianluca Insinga, Presidente della Sezione Territoriale ANCRI di Foligno-Valle Umbra, ha un particolare significato per i valori repubblicani. Soprattutto se si considera, come ha ricordato il Presidente Nazionale dell’ANCRI (l’Associazione degli Insigniti OMRI), Cavaliere Tommaso Bove, che “i suoi protagonisti - dall’organizzatore al curatore, dall’allestitore agli artisti partecipanti - sono tutti Insigniti OMRI e associati all’ANCRI, che si sono imposti l’intento di mantenere sempre vive le motivazioni ideali e sociali che sono alla base dell’alto attestato civico loro conferito dal Presidente della Repubblica, concretando quindi il motto dell’Associazione: Parati Sumus Iterare”.
Scopo dell’iniziativa - cui possono partecipare appunto solo artisti che siano insigniti, nell’ordine, dell’onorificenza di Cavaliere, Ufficiale, Commendatore, Grande Ufficiale o Cavaliere di Gran Croce dell’OMRI - è quella di promuovere, attraverso l’arte, i valori e i simboli dell’Associazione, che sono quelli della Repubblica Italiana. Tra questi, come ha recentemente ricordato il Generale della Guardia di Finanza Alessandro Butticé (Delegato ANCRI per il Belgio, l’UE e la Nato), sulla base, in particolare, degli articoli 10 e 11 della Carta costituzionale, “vi sono anche quelli di pace, libertà, rispetto dei diritti umani e democrazia che sono i valori fondanti della costruzione europea e della bandiera dell’Unione Europea, la cui esposizione sugli edifici pubblici, assieme al tricolore, è tutelata da una legge nazionale, la 5 febbraio 1998, nr. 22. Tutela peraltro recentemente ribadita da una sentenza del 2018 della Corte Costituzionale, che limita invece l’esposizione delle bandiere regionali”.
“L’Arte da sempre rappresenta un particolare forma di “linguaggio”, capace di trasmettere emozioni e messaggi positivi – ha aggiunto in proposito il Cavaliere Tommaso Bove - ed è, quindi, anche una delle più efficaci forme di promozione dei Valori perché, nel contraddistinguere le nostre diversità, ci rende tutti più ricchi e stimola ognuno di noi ad imparare dagli altri.”
Va infatti ricordato che la Repubblica Italiana, con legge 3 marzo 1951, n. 178, riconoscendone la rilevante importanza, ha incluso il campo dell’Arte tra le benemerenze per il conferimento dell’Onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
Alla mostra, il cui ingresso è gratuito - così come gli autori espongono a titolo gratuito le proprie opere - parteciperanno artisti provenienti da tutta Italia. Tra questi: i Cavalieri Aldo Canzi, Maura Menichetti, Marcello Mazzoli e Rosella Aristei (Foligno), il Commendatore Gianni Turina (Rieti), il Cavaliere Ufficiale Carlo Iacomucci (Macerata), il Cavaliere Giuseppe Frascaroli (Pavia), il Cavaliere Enrico Di Sisto (Rieti) ed il Cavaliere Ufficiale Angelino Maugliani (Tivoli).
Dopo il successo di pubblico della scorsa edizione, che si è tenuta nel 2018 a Montefalco (PG), presso il Museo Comunale di San Francesco, si attende altrettanto interesse e partecipazione della cittadinanza. (aise) 

Newsletter
Archivi