DALLA SICILIA A WASHINGTON DC: DONATO ALL'OSIA UN RITRATTO DEL FONDATORE SELLARO

DALLA SICILIA A WASHINGTON DC: DONATO ALL

PALERMO\ aise\ - Sarà esposto permanentemente nella Sede Nazionale di Washington dell’Order Sons and Daughters of Italy in America il ritratto di Vincenzo Sellaro eseguito dal pittore siciliano Sergio Potenzano.
Sellaro, medico siciliano nativo di Polizzi Generosa, emigrò negli Stati Uniti all’inizio del secolo scorso dove fu fondatore del primo Ospedale italiano in America e successivamente si prodigò nel riunire le molteplici Società di Mutuo Soccorso per gli italiani in America in un’unica grande organizzazione che chiamò Ordine dei Figli d’Italia in America, oggi la più antica e consolidata organizzazione a supporto dei cittadini americani di discendenza italiana.
L’opera di Potenzano, una tela di 100x90 cm eseguita in acrilico, è stata donata grazie all’interessamento del critico d'arte Paolo Battaglia La Terra Borgese, socio onario dell'OSIA, che ne ha inoltre firmato la critica.
La donazione alla Sede Nazionale di Washington dell'organizzazione italoamericana è un segno di profonda amicizia e riconoscenza da parte della Madreterra ai connazionali che hanno con sacrificio abbandonato l’Italia, contribuendo alla crescita di una grande Nazione amica, gli Stati Uniti d’America.
Battaglia, accompagnato dal rappresentante per la Sicilia della Camera di Commercio Americana in Italia (Amcham) Pietro Viola, è stato ricevuto ieri, 16 settembre, dal vicepresidente della Regione Siciliana Gaetano Armao. Nel corso dell’incontro, il critico d’arte ha presentato l’opera, prima della definitiva spedizione negli Stati Uniti.
“È per me una grande gioia aver contribuito a rendere possibile questo gesto d’amicizia tra la comunità italoamericana e la Madreterra”, ha dichiarato Battaglia. “Il fondatore dell’OSDIA, Sellaro, è ricordato a New York con una statua posizionata nel quartiere dove visse ed operò; mi sembrava doveroso far giungere anche dalla sua terra, la Sicilia, un corrispondente tributo ad una figura così importante nella storia dei nostri connazionali al di là dell’Atlantico”.
L’opera verrà quindi presa in consegna, entro questa settimana, dal corriere internazionale americano UPS, alla presenza del proprio partner Randazzo Srl, rappresentato dal CEO Salvo Randazzo, che ne seguirà personalmente le varie fasi del delicato trasporto fino a destinazione finale. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli