Eduitalia saluta e ringrazia l’ambasciatore Varricchio per il suo lavoro in favore del sistema Study Abroad

WASHINGTON\ aise\ - Come stabilito dal CdM, l’ambasciatore d’Italia in Usa, Armando Varricchio, lascerà la sede di Washington per andare a ricoprire lo stesso ruolo a Berlino, dopo la nomina di Luigi Mattiolo a consigliere diplomatico del presidente Draghi. Appresa la notizia, Eduitalia ha voluto esprimere la propria “gratitudine” all’ambasciatore italiano “per avere contribuito in modo determinante alla crescita del sistema Study Abroad italiano negli Stati Uniti”.
In particolare, in una nota, Eduitalia parla di “gratitudine per la continua attenzione alla promozione della lingua e cultura italiana e per aver supportato a vario titolo la promozione dell'Italia quale meta di destinazione di studio”, come pure “il supporto e incoraggiamento dato ai lavori dell’Osservatorio Nazionale della lingua italiana, organismo che riunisce i principali protagonisti attivi nella promozione della lingua e cultura italiana negli Stati Uniti e al quale Eduitalia ha il privilegio di partecipare”.
Eduitalia ringrazia Varricchio anche per “il sostegno dato alla Eduitalia Award Ceremony con la carismatica partecipazione all’ultima edizione tenutasi a Washington, durante la quale si condivise la coinvolgente gioia dei vincitori degli AP-Italian premiati negli anni con oltre 200 borse di studio destinazione Italia”, e per “le preziose parole con le quali nel 2017-2018-2019-2020-2021 ha introdotto la versione annuale della Guida Eduitalia-Study in Italy”.
All’ambasciatore Varricchio l’associazione riconosce pure di “essere stato determinate nella massiccia partecipazione italiana alla manifestazione Nafsa” e per “il successo di tale iniziativa, dopo aver dato il consenso alla richiesta di Eduitalia di inviare in missione una rappresentanza dell’Ambasciata alla Nafsa di Los Angeles del 2017, svolta che consentì di smuovere un sistema accademico italiano restio per anni a intervenire al più importante appuntamento mondiale del nostro settore”.
Grazie ancora per “l’apprezzamento fatto pervenire a Eduitalia in occasione degli annuali aggiornamenti con i quali condividevamo e commentavamo le statistiche relative al flusso studentesco statunitense; statistiche che hanno registrato una crescita esponenziale con la costante conferma dell'Italia quale seconda metà di destinazione e riuscendo, nell’ ultimo anno accademico censito 2018-2019, a sfiorare la prima posizione mondiale (39.043 studenti statunitensi in Italia a fronte dei 39.358 nel Regno Unito)”.
Infine Eduitalia esprime la propria gratitudine all’ambasciatore Varricchio per “le recenti iniziative tra le quali i voli “Covid Free”, prime fiammelle di speranza per la ripartenza anche del nostro settore Study Abroad”.
Salutando Armando Varricchio, Eduitalia si congratula con chi subentrerà in Ambasciata a Washington “per la prestigiosa nomina”: si tratta di Mariangela Zappia, attualmente rappresentante permanente dell’Italia all’ONU di New York. (aise)