ELETTO IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’EFASCE

ELETTO IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’EFASCE

PORDENONE\ aise\ - Inizia una nuova era per l’Efasce – Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti -, che, riunita oggi in assemblea, ha eletto il nuovo consiglio direttivo, il quale a sua volta nominerà, domani, 3 dicembre, il Presidente, il vice, il segretario cassiere e il comitato esecutivo.
Questi i componenti del consiglio direttivo: Gino Gregoris 294 voti, Tubaro Angioletto 200, Tracanelli Alessandro 199, Forte Luisa 161, Turrin Vera 136, Marzotto Elena 95, Viol Claudia 94, Colussi Fernanda 91, Salamon Gabriele 88, Zanon Emanuele 80, e Diego Comuzzi 43.
Non eletti: Ferman Lorenzo 36, Cesaratto Ezio 34, Tomasella Paolo 30, Bressa Giuseppe 16.
Collegio revisori dei conti: Borean Federico 259, Bidin Alberto 187, Zerio Giorgio 95. Supplenti: Rosolen Sergio 49, Zancai Angela 36.
È intervenuto poi il Presidente uscente, don Aniceto Cesarin, durante l’assemblea: “Grazie per la vostra partecipazione a questa importante Assemblea che per i motivi a vuoi tutti noti si tiene con molto ritardo. Sono stato eletto presidente mercoledì 27 febbraio 2019. Una carica di grande impegno che ho accettato solo in spirito di servizio e senso di responsabilità per "traghettare" l’EFASCE, in un momento difficile dal punto di vista associativo, per riportare nell’Ente una gestione democratica e condivisa, e per programmare iniziative e interventi finalizzati esclusivamente al bene dei nostri corregionali all’estero, anziani e giovani desiderosi di mantenere forti legami con la terra d’origine. Per i giovani, in modo particolare, per riscoprire le loro radici. Vi proponiamo un Bilancio consuntivo dell’esercizio 2018 in forma corretta, conto economico e stato patrimoniale, una vera fotografia dello stato dell’Ente. Ringrazio a nome di tutti Cozzarin, Borean e i nostri collaboratori dell’ufficio, Michele e Paola per l’impegno profuso nell’elaborazione dei documenti contabili.
Mi limiterò soltanto a relazionarvi sulle attività fatte durante il mio breve mandato. Un lavoro di squadra che ha dato risultati eccellenti con soddisfazione di tutti i corregionali partecipanti ai vari Progetti. E questo nonostante alle molte persone che remavano contro.
Al Progetto "Stage Culturale Giovani" vi hanno preso parte 29 giovani provenienti dal Brasile, dall’Argentina, dagli USA, dal Canada e dalla Romania.
Al Progetto Ri-Scoprire il Friuli, hanno partecipato 11 famiglie composte da nonni e nipoti o da genitori e figli, per un totale di 32 persone provenienti dal Brasile, Argentina, USA, Canada, Romania e Uruguay.
18 efasce4Il 42° Incontro annuale dei Corregionali con la consegna dell’ambito premio "Odorico da Pordenone" si è tenuto a Caneva il 27 e 28 luglio. Vi hanno partecipato i rappresentanti EFASCE di Argentina, Brasile, Canada, Francia, Romania, Inghilterra, Uruguay e Venezuela. Vi hanno partecipato numerosi soci, amici, autorità civili e religiose. Le due giornate sono state seguite con interesse e soddisfazione. Posso dire che sono riuscite molto bene e molte sono state le attestazioni di complimento ricevute.
A fine ottobre una delegazione ha raggiunto Philadelphia per partecipare alla festa dei Friulani, ha visitato il Segretariato di Pittsburgh e infine sono arrivati a New York per partecipare alla celebrazione del 90° di fondazione della Famee Furlane. Sabato 16 e domenica 17 novembre in Romania abbiamo tenuto un riuscito convegno sul tema "Gioventù e rinnovamento". L’anno 2019 chiuderà con un Convegno a Pordenone sul tema "Restare o partire?". Sono attese le Eccellenze pordenonesi nel mondo e studenti delle Scuole Superiori di Pordenone. L’incontro del dicembre 2018 è stato un vero successo e confidiamo in un buon risultato anche per quello del prossimo dicembre.
Concludo con un grazie a tutti voi, al Consiglio Direttivo che mi è stato vicino e che con me ha programmato e condiviso il proficuo lavoro, i Revisori dei Conti, i collaboratori dell’ufficio e tutte le persone consulenti ed amiche che hanno in vari modi contribuito a raggiungere gli obiettivi da tutti auspicati. Auguro ai nuovi Amministratori che verranno eletti da questa Assemblea con la partecipazione dei Rappresentanti dei Segretariati all’Estero che hanno espresso il loro voto per corrispondenza, un buono e proficuo lavoro nell’esclusivo interesse dei nostri emigranti mantenendo sempre fermi i valori fondamentali del nostro Ente come voluto dai soci fondatori nel lontano 1907 ricordandovi che l’ispirazione dell’Ente sono i valori cristiani: reciproca assistenza materiale - sociale e culturale tenendo però presenti le mutate condizioni avvenute nel tempo.
È necessario un continuo aggiornamento e per questo confido anche venga modificato lo Statuto per colmare le lacune verificate e per adeguarlo alla nuova legge nazionale sul Terzo Settore”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi