“FORZA BERGAMO!”: VIDEO DI SOSTEGNO DEI BERGAMASCHI NEL MONDO

“FORZA BERGAMO!”: VIDEO DI SOSTEGNO DEI BERGAMASCHI NEL MONDO

BRUXELLES\ aise\ - Continua la testimonianza di affetto a Bergamo, terra martoriata dall'epidemia. Tante le iniziative di solidarietà facilitando rimpatri, indicendo raccolte fondi, reperendo e consegnando direttamente materiale sanitario. Ma si percepiva l'esigenza di qualcosa in più, che colpisse emotivamente con una dimostrazione di solidarietà nei confronti di Bergamo, terra per tradizione solidale, da tutta Italia. Così dopo il videomessaggio di compassione al dolore per "Bergamo, mola mia perché..." e quello di omaggio "Alla mia terra bergamasca" è nato un terzo documento multimediale che raccoglie i messaggi di incoraggiamento dalle venti Regioni italiane, dal titolo “Da tutta Italia: Forza Bergamo!”. Autori del documento Silvana Scandella, Silvia Rota e Mauro Rota, presidente del circolo di Bruxelles dell’Ente Bergamaschi nel Mondo e coordinatore dei Circoli delle delegazioni dello stesso Ente, in collaborazione con Marta Soligo da Las Vegas.
Già con i primi due videomessaggi è nata la collaborazione con il notiziario mensile interregionale e internazionale con notizie in dialetto e sottotitoli in italiano "TG in dialetti" della Cervaro TV diretta da Michele Pilla. A maggior ragione la collaborazione si è consolidata con questo terzo video pluridialettale che raccoglie i dialetti delle venti regioni italiane. I ventiquattro partecipanti al video hanno lanciato nel proprio dialetto un incoraggiamento di vicinanza alla Bergamo che aveva sofferto e ancora sta soffrendo. Sì, perché il dialetto meglio identifica il carattere di una comunità e con le sue tipiche espressioni è infatti emerso tutto il bene sincero alla nostra Bergamo.
“In effetti - spiegano i promotori -, tra noi emigrati, in mobilità, espatriati, quando ci si trova all'estero scompaiono tutte le divisioni e ci si sente uniti sotto lo stesso tricolore. Quello che con orgoglio è sventolato ai balconi di tutt'Italia per reagire al coronavirus. Così, noi Bergamaschi de fò, quelli all'estero, abbiamo intercettato amici e conoscenti da tutte le venti regioni per sentirci tutti uniti e reagire più forti di prima. Un tam-tam da Nord a Sud per una dimostrazione corale di affetto. Non si tratta di slogan, ma di veri messaggi venuti dal cuore come quello della siciliana Silvana che si definisce "Bergamasca del Sud" o quello dell'amico Daniele dall'Umbria che stimando l'orgoglio bergamasco ricorda che il Signore manda prove a chi ha la forza per superarle”.
Insomma, un giro dell'Italia per consolidare quello spirito che contraddistingue noi Italiani nel rimboccarsi coralmente le maniche. Spirito ribadito dal messaggio dal Friuli ricordando la solidarietà dei Bergamaschi in occasione del terremoto del 1976 quando nei paesi devastati era soprattutto il dialetto bergamasco quello che si sentiva parlare dai soccorritori. Ancora prima che nascesse la Protezione Civile, i Bergamaschi, alpini, artigiani, studenti, gente comune, hanno dimostrato azioni di concreta solidarietà: a Firenze, in Friuli, a Genova ed ancora oggi con la realizzazione in tempi record dell'"ospedale covid" alla Fiera di Bergamo.
Da questa dura prova nascono anche messaggi di fiducia e di ottimismo come la candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2023 delle due città che hanno pagato il più alto tributo in termini di vittime e contagi per la pandemia di Covid-19. Bergamo e Brescia hanno lanciato insieme la propria candidatura prendendosi per mano e scommettendo sulla cultura per la loro rinascita. "Un messaggio di fiducia che vorremmo condividere con tutto il Paese”, ha commentato il sindaco di Bergamo Giorgio Gori. "Rinascerai" è infatti l'invito ricorrente dell'attuale canzone del bergamasco Roby Facchinetti dei Pooh.
È appunto l'incoraggiamento veicolato dal videomessaggio "Da tutta Italia: Forza Bergamo!" realizzato dal Centro di Ricerca D.L.C.M. per la raccolta delle testimonianze da parte della direttrice Silvana Scandella, con Silvia Rota e Mauro Rota del Circolo di Bruxelles, patrocinato dall'Ente Bergamaschi nel Mondo con il sostegno di Regione Lombardia.
Compassione per il dolore, omaggio alla terra bergamasca e ora incoraggiamento e fratellanza da tutta Italia e dalla comunità bergamasca nel mondo: "Forza Bergamo!". (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli