L’APICE ALLA COMMEMORAZIONE AL CIMITERO DI VEGUETA LAS PALMAS

L’APICE ALLA COMMEMORAZIONE AL CIMITERO DI VEGUETA LAS PALMAS

GRAN CANARIA\ aise\ - Il 13 settembre 1888 a Las Palmas, nelle Canarie, a seicento metri dalla costa, alle 6 di mattino ci fu una collisione tra due vaporetti che trasportavano passeggeri: l’italiano “Sud America”, che proveniva da Buenos Aires ed era diretto a Genova, e il francese “La France”. Lo ricorda oggi Giuseppe Bucceri, presidente dell’Apice, l’associazione dei Pensionati Italiani e Connazionali all’Estero.
Il “Sud America” viaggiava con 260 passeggeri, molti dei quali tornavano in patria coi loro risparmi dopo un periodo trascorso in Argentina, e 69 membri di equipaggio. La nave francese aveva a bordo 1300 persone tra equipaggio e passeggeri diretti in Brasile. A colare a picco in pochi minuti, in un fondale di 15 metri, fu il “Sud America”.
Nel cimitero di “Vegueta” a Las Palmas di Gran Canaria vi sono un monumento di marmo di Carrara donato dalla famiglia Savoia nel 1889 e una sola tomba dove venne seppellito il Primo Ufficiale Italiano. Le vittime di questa tragedia del mare sono state commemorate anche quest’anno con una cerimonia alla presenza del Presidente dell’Autorità Portuaria di Las Palmas, del Presidente dell’Associazione dei Collezionisti Marittimi – Josè Juan Rodriguez, del Direttore del Museo ELDER, del Console Carlos de Blasio.
Presente anche il Presidente Bucceri, accompagnato da una nutrita rappresentanza tra consiglieri e soci dell’Apice, e il Presidente del Fogolar Furlan Stefano Degano.
La cerimonia è iniziata con l’esecuzione dell’Inno d’Italia eseguito dal Tenore Alberto Lupo Jannelli; quindi le autorità hanno posato una corona in ricordo delle vittime. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi