Mar del Plata: la comunità italiana omaggia Astor Piazzolla al Teatro Tronador

MAR DEL PLATA\ aise\ - Si è svolto ieri, 15 aprile, una teleconferenza dal Teatro Tronador di Mar del Plata in omaggio al centenario del genio musicale italo-argentino Astor Piazzolla, alla quale hanno partecipato l’Assessore alla Cultura del Comune di Mar del Plata, Carlos Balmaceda, il Vicepresidente dell’Ente di Turismo di Mar del Plata, Bernardo Martin, la Direttrice Generale delle Collettività del Comune di Mar del Plata, M. Florencia Ranellucci, e il Presidente e Vicepresidente della Federazione delle Società Italiane di Mar del Plata, rispettivamente Marcelo Carrara e Sergio Patruno. Inoltre, collegata da Buenos Aires, hanno preso parte all’incontro anche la direttrice del prestigioso Teatro Colon della città di Buenos Aires, Maria Victoria Alcaraz, il batterista e nipote di Astor Piazzolla, Daniel "Pipi" Piazzolla, e il celebre cantante argentino "Jairo".
Durante questo ponte virtuale è stato presentato, di fronte alla cinquantina di rappresentanti della comunità italiana di Mar del Plata e ai rappresentanti della stampa presenti, il ciclo di incontri che si svolgerà in tre serate i prossimi 22, 23 e 24 maggio presso il rinnovato Teatro Tronador di Mar del Plata da 900 posti, che potrà essere riempito per un terzo della sua capienza causa Covid.
Protagonisti delle serate l’Orchestra Filarmonica stabile del Teatro Colon di Buenos Aires, le cantanti Elena Roger, Susana Rinaldi, Amelita Baltar, Jairo e la banda del "Pipi" Piazzolla, Escalandrum, tutto dedicato al grande musicista marplatense.
“Indubbiamente sarà l’evento culturale dell’anno a Mar del Plata, in un anno tanto speciale per le celebrazioni del centenario piazzolliano in un periodo molto particolare per tutta l’umanità - ha detto Carrara davanti ai presenti -. Per noi è molto importante essere protagonisti in un progetto così importante che ribadisce le origini italiane di Piazzolla. Sarà il punto di partenza di tanti altri progetti con il Teatro Colon di Buenos Aires, considerato uno dei migliori al mondo”. (aise)