“Radici”: un premio internazionale con le storie dei pugliesi migranti

BARI\ aise\ - Il Premio Internazionale “Radici”, basato su un’idea di ANIM, Associazione Nazionale Italiana nel Mondo, si rivolge a tutti i cittadini pugliesi fuori dalla regione, compresi quelli all’estero. E ha come scopo quello di raccontare le storie di emigrazione di Pugliesi nel Mondo direttamente tramite la voce dei loro protagonisti, diventando così una pietra miliare nei pugliesi fuori dai confini regionali e dell’Associazione Nazionale Italiani nel Mondo. “I pugliesi nel mondo, così lontani, così vicini” il titolo del Premio di quest’anno.
Vengono presentate storie semplici, di gente comune, di gente che è partita, che ha lasciato con grandi sacrifici e grandi lacerazioni la Puglia, che ha fatto fortuna all’estero e che ha affrontato varie vicissitudini ma è rimasta legata alla propria terra, attaccata alle origini e che le rivive ogni giorno attraverso i ricordi dei più vecchi, attraverso episodi, racconti e testimonianze concrete.
“L'intento - spiega il Presidente dell’ANIM APS, Antonio Peragine -, è ricostruire e far conoscere soprattutto alle nuove generazioni la Puglia perché è giusto che i giovani, le generazioni che caratterizzano e caratterizzeranno la vita dell’emigrato, sappiano cosa c'è stato dietro a quell'esodo, quali valori hanno sostenuto questi partenti e quali sacrifici milioni e milioni di persone hanno affrontato”.
In concreto, il progetto si propone di “creare un libro di volti, immagini che da diverse parti del mondo raccontino il loro status di emigrati e riportino alla memoria tutte le tappe della loro vita. In questo modo, più persone racconteranno la loro esperienza in una prospettiva doppia: da una il loro vissuto soggettivo e singolare; dall'altra, accordato agli altri racconti, un coro a più voci che trasmetterà l'emozione comune a tutti di essere partiti in cerca di un sogno e di un po' di fortuna”.
Il progetto è rivolto a emigranti pugliesi residenti all’estero, accomunati da storie personali che si somigliano soprattutto per quel che riguarda il legame alla propria terra di origine o alla terra dei propri parenti. I corsisti saranno, al termine dell'iniziativa, gli "ambasciatori" della terra di Puglia, coloro che avranno il compito di rinsaldare e mantenere il legame tra pugliesi emigranti ed il Paese d'origine.
Le porte, hanno spiegato dall’Associazione, sono aperte a chiunque intenda collaborare al progetto, in Italia e nel Mondo, al fine di rendere il documentario una pietra miliare dell'emigrazione dei pugliesi nel mondo.
Si accettano elaborati inediti in formato Word, max 15 pagine dattiloscritte, che raccontino storie di vita di pugliesi che sono emigrati per necessità o per scelta. Storie anche di bisnonni, che raccontino anche epoche storiche ormai lontane dalle nuove generazioni, purché trasmettano un messaggio di unità con i concittadini, evidenziando l’amore eterno per il paese natale.
Modalità di invio: elaborati inediti in pdf, con titolo del racconto, una scheda anagrafica con nome cognome, telefono, email del mittente.
Tutti gli elaborati saranno esaminati da una apposita Giuria per decidere quali possano essere quelli più idonei per la sceneggiatura di un film.
A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Tutti i partecipanti avranno il proprio elaborato pubblicato in una antologia (‘I pugliesi nel mondo, così lontani, così vicini’ ), e una intervista sul Canale Radici Channel e progetto-radici.it, e altri mezzi di diffusione a disposizione dell’Anim. La data ultima per la consegna del materiale è il 30 aprile 2021.
Gli elaborati dovranno pervenire nei formati pdf, doc, mp3, mpeg4 direttamente alla Segreteria del Premio tramite posta elettronica mailto: info.premiointernazionale@progetto-radici.it), max 5 MB)insieme alla domanda di partecipazione. La domanda di partecipazione, da compilare on line sul sito dell'Associazione https://wordpress.com/home/italianinelmondosite.wordpress.com),e sul sito di RADICI, www.progetto-radici.it) dovrà riportare:
a. Nome, cognome, data di nascita, nazionalità, sesso e titolo di studio del partecipante;
b. Indirizzo, recapito telefonico (fisso e cellulare) ed e-mail ed eventuale sito web;
c. Un breve curriculum vitae dell’autore;
d. Il titolo e una breve sintesi dell’elaborato o didascalia immagine presentato.
La partecipazione al Premio presuppone l’integrale conoscenza e accettazione del Regolamento. Il Regolamento definitivo con le modalità tecniche di iscrizione è pubblicato sul sito dell'Associazione (I lavori non corredati dalle indicazioni sopra riportate non saranno ammessi al Premio. La non osservanza del Regolamento e/o la mancanza dei requisiti di partecipazione comporta l’esclusione dal Premio, senza che sia dovuta comunicazione al candidato.
I candidati sollevano il Comitato Promotore e la rispettiva Giuria da qualsiasi responsabilità derivante dall’opera presentata, dalla originalità, dalla violazione dei diritti d’autore e delle riproduzioni, compreso il rispetto delle norme ai sensi del d.l. 196 del 30 giugno 2003. Ai sensi del d.l. 196 del 30 giugno 2003 e successive modifiche, i dati dei candidati saranno utilizzati ai soli fini del Premio e potranno essere resi noti nell’ambito dell’attività di promozione del Premio stesso. (aise)