FILIPPO D’ARRO NUOVO PRESIDENTE DELLA ICCI QLD: IL SALUTO A SANTO SANTORO E IL BENVENUTO AL NUOVO BOARD

FILIPPO D’ARRO NUOVO PRESIDENTE DELLA ICCI QLD: IL SALUTO A SANTO SANTORO E IL BENVENUTO AL NUOVO BOARD

BRISBANE\ aise\ - Filippo D’Arro è il nuovo presidente della Camera di Commercio Italiana di Brisbane, nello Stato australiano del Queensland. Nel corso dell'ultima assemblea generale, la ICCI Qld ha infatti eletto i nuovi membri del consiglio di amministrazione.
Oltre al presidente D’Arro, managing director di Italiquore, sono risultati eletti Salvatore Gerbino, proprietario dell'omonima pasticceria, in qualità di vicepresidente e Tino Arquilla di Quality Food Services in qualità di tesoriere. Sono stati inoltre eletti consiglieri: Giovanni Antonaglia OAM (Giovanni Imports), Antonio Bosso (director Epoca Group P/L), Giorgio Giaroli (managing director BG Group), Peter Keyte (chief operating officer, Port of Brisbane), John Kotzas (chief executive, QPAC), Cathy Pappalardo (ceo/principal, Hubbards), Allan Pidgeon AM (director, FA Pidgeon & Son), Rosie Vecchio (director Mondo Moda Pty Ltd) e Andrea Viaggi (branch manager Qld, FJT Logistics)
Il nuovo Consiglio di Amministrazione, in carica per tutto il 2020, “lavorerà con tutti i membri della ICCI Qld per promuovere gli interessi della Camera di Commercio e dei suoi soci”, assicura Filippo D’Arro dando il benvenuto al nuovo “board”.
D'Arro si è detto “orgoglioso e onorato” della carica affidatagli ed eccitato per la sfida che lo attende: “promuovere la nostra meravigliosa comunità e lo spirito del made in Italy. Anche se questi non saranno tempi facili, credo che potremo, insieme, continuare a sostenere con forza i nostri principi e la nostra comunità”, ha aggiunto.
Il neo eletto presidente ha voluto poi rivolgere un tributo a chi lo ha preceduto per ben 9 anni alla guida della ICCI, Santo Santoro, del quale D'Arro è stato per due anni vice. “Santo”, ha ricordato D'Arro, “diventò presidente quando la Camera Italiana dell'Industria e del Commercio era profondamente indebitata. Senza la sua guida, dedizione e senza il suo sacrificio noi non avremmo oggi una Camera di Commercio”, una istituzione che si staglia in una “posizione forte ” ai tempi della crisi dovuta al Coronavirus. D'Arro ha voluto ricordare che il “grande servizio” di Santo Santoro in favore della comunità italiana non si è fermato alla sola attività della ICCI, ma si è visto anche nei tanti ruoli che egli ha rivestito in tutti questi anni. D'Arro ne ha citati due fra tanti: presidente del Consiglio Nazionale delle Camere di Commercio e dell'Industria Italiane in Australia e Festitalia. Nel corso di ben 40 anni, ha proseguito D'Arro, “Santoro è sempre stato disponibile a supportare la comunità italiana con orgoglio e impegno. Negli ultimi 20 mesi Santo ha sacrificato il suo tempo per assicurare che il suo esecutivo avesse consapevolezza del futuro che attendeva la ICCI”.
Grazie dunque a Santo Santoro e al suo Consiglio di Amministrazione e “congratulazioni” ai nuovi eletti. “Sono certo”, ha concluso D'Arro, che ognuno di loro porterà il proprio contributo di capacità e conoscenza per assicurare che il successo continui”.
Resta nella sua veste di segretario generale della ICCI Federica Marinatto, “avanguardia” delle attività della Camera cui D'Arro ha inoltre riconosciuto il grande lavoro di “ponte” fra Italia e Australia, potenziandone i rapporti bilaterali sia da un punto di vista commerciale e industriale sia delle università.
Infine un pensiero al console d'Italia Salvatore Napolitano e al suo team, “sempre pronto a sostenere la nostra Camera” e con cui D'Arro è certo proseguirà la collaborazione a favore di Italia e Australia. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi