LANCIATA A DUBLINO L’ITALIAN-IRISH CHAMBER OF COMMERCE

LANCIATA A DUBLINO L’ITALIAN-IRISH CHAMBER OF COMMERCE

DUBLINO\ aise\ - Alla presenza del vice primo ministro irlandese Simon Coveney, del ministro degli Esteri An Tánaiste e dell’ambasciatore d’Italia Paolo Serpi, è stata lanciata la settimana scorsa a Dublino l'Italian-Irish Chamber of Commerce. Hanno assistito al lancio alcuni tra i principali rappresentanti delle istituzioni locali e della business community italiana in Irlanda.
La Camera di Commercio, presieduta da Furio Pietribiasi, amministratore delegato di Mediolanum International Funds, conta già oltre quaranta aziende associate provenienti dai principali settori economici interessati dagli scambi tra Italia e Irlanda.
La sua attività, hanno sottolineato tutti gli intervenuti al lancio, contribuirà allo sviluppo e al rafforzamento dei rapporti economici e commerciali in sinergia con le istituzioni e gli operatori pubblici e privati dei due Paesi.
L’interscambio di beni e servizi tra Italia e Irlanda ha sfiorato i 15 miliardi di euro nel 2018, un miliardo in più rispetto al 2017, con un saldo favorevole all’Irlanda. Esso interessa numerosi settori economici, che comprendono, tra gli altri, le industrie chimica e farmaceutica, l’agro-alimentare, i servizi finanziari e le telecomunicazioni.
"Essendo la nona economia più grande del mondo, l'Italia è famosa per le sue attività creative e innovative, un settore agricolo ampio e competitivo con la più grande produzione vinicola del mondo e per la sua industria automobilistica, meccanica, alimentare, del design e della moda influente e di alta qualità", ha sottolineato nel suo intervento l’ambasciatore Serpi, dicendosi "lieto di vedere che questa preziosa collaborazione tra Italia e Irlanda sta raccogliendo slancio e stringendo legami più stretti. La Camera di commercio italiana irlandese fornisce una risorsa utile per le imprese italiane che desiderano venire in Irlanda o fare affari qui ed è incoraggiante", ha concluso Serpi, "vedere un così forte sostegno da parte del governo irlandese per questa importante iniziativa". (aise)


Newsletter
Archivi