“START THE FUTURE”: LA CCI A MALTA PARTNER DELL’EVENTO INTERNAZIONALE ONLINE

“START THE FUTURE”: LA CCI A MALTA PARTNER DELL’EVENTO INTERNAZIONALE ONLINE

LA VALLETTA\ aise\ - Il prossimo 7 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Salute, nasce "Start the Future", evento internazionale online e gratuito, promosso dal Web Marketing Festival, con la partnership della Camera di Commercio Italo Maltese e di altri partner internazionali.
L’evento vedrà la partecipazione di startup, relatori, investitori e persone provenienti da tutto il mondo che interverranno sui quattro temi “prioritari” segnalati dagli organizzatori: istruzione, salute, cambiamento climatico e trasformazione digitale.
"La Camera di Commercio Italiana di Malta ha deciso di aderire e sostenere il "Start the Future" – spiega il presidente Victor Camilleri – perché è il momento delle idee per aiutare a sostenere l'intera comunità. A Malta ci sono molte startup, aziende innovative e di consulenza che possono dare un contributo significativo alla società per superare questa emergenza globale".
L'emergenza Covid-19 sta seriamente intaccando l'equilibrio di molti paesi in Europa e nel mondo e dei loro rispettivi sistemi economici, sanitari ed educativi.
"Per questo motivo, durante l'evento, gratuitamente e interamente online – continua Camilleri - saranno presentati progetti innovativi, testimonianze, prodotti e servizi che potranno essere utilizzati per affrontare i grandi cambiamenti globali del nostro tempo e per affrontare le difficoltà causate da Covid-19. Questo evento è una grande opportunità per le Startup innovative maltesi e italiani di emergere nel quadro internazionale e sostenere le nuove sfide globali che molti settori industriali stanno affrontando".
"I progetti e le idee presentate devono mirare a sostenere cittadini, aziende, istituzioni, enti governativi e regionali in situazioni di emergenza come Covid-19 e, più in generale, permettere di affrontare i grandi cambiamenti globali", spiega Cosmano Lombardo, creatore di WMF e Start the Future. "Allo stato attuale delle cose, non possiamo esimerci dall'accelerare le nostre riflessioni sulle sfide globali che abbiamo affrontato negli ultimi decenni e su quanto sia sempre più necessaria una strategia internazionale integrata basata principalmente sulla cooperazione". (aise) 

Newsletter
Archivi