RIUNITO IL COMITES DI CARACAS

RIUNITO IL COMITES DI CARACAS

CARACAS\ aise\ - Si è svolta lo scorso 8 febbraio presso il CIV di Caracas, in Venezuela, la Riunione del Comitato degli italiani all’estero della capitale venezuelana, durante la quale si è discusso principalmente di sei argomenti: il bilancio consuntivo, il progetto per l’Ospedale Italiano di Caracas, le possibilità della “Guida delle Istituzioni Italiane presenti in Venezuela”, l’eventuale nuova sede dell’Ambasciata, la diffusione di lingua e cultura italiana e le difficoltà da parte dei connazionali nelle procedure delle Presentazioni degli Atti di Morte.
Per quanto riguarda il primo punto, l’approvazione del Bilancio Consuntivo, il consigliere Michele Buscemi si è chiesto se il contributo integrativo ricevuto dal Ministero, debba essere inserito nelle Entrate Ministeriali del Bilancio Consuntivo. Il Presidente del Comites, Ugo Di Martino, ha risposto che verrà consultato in merito l’Ufficio Contabile del Consolato Generale. Dopodiché il bilancio consuntivo è stato approvato all’unanimità.
Riguardo l’Ospedale Italiano di Caracas, invece, il Presidente ha informato i consiglieri del notevole lavoro svolto dall’Ambasciatore d’Italia in Venezuela, Placido Vigo, e dal Comitato Promotore. Ancora da chiarire le tempistiche per le nomine del Consiglio Direttivo.
Anche sul referendum di Marzo 2020 è stato chiamato a rispondere il presidente Di Martino, dicendo che chiederà informazioni alle Autorità Consolari competenti su quale corriere verrà utilizzato per la consegna delle buste e se eventualmente il Comites avrà la possibilità di sceglierlo. Alla domanda riguardo il consiglio direttivo dell’Ospedale Italiano di Caracas, il Presidente Ugo Di Martino ha risposto che ogni dubbio verrà analizzato dal futuro Consiglio Direttivo dell’Ospedale. Il funzionario consolare, Giannina Zusi, ha invece risposto riguardo i dubbi sull’attuale assistenza medica ai connazionali nel momento in cui aprirà l’ospedale tricolore, informando che l’assistenza sociale ai connazionali indigenti continuerà tramite le strutture Consolari.
Terzo punto all’ordine del giorno della riunione è stato l’invito proposto dal Comites per cercare patrocinanti per il progetto dell’ambasciatore Vigo “Guida delle Istituzioni Italiane presenti in Venezuela”. Il presidente del Comites ha dunque invitato i Consiglieri a presentare Industriali, Commercianti ed amici che possano collaborare economicamente alla realizzazione della Guida.
Durante l’assemblea sono state prese informazioni circa l’eventuale nascita di una nuova Sede dell’Ambasciata, del Consolato e di tutte le Istituzioni Italiane presenti in Venezuela. L’ambasciatore Vigo ha infatti individuato, ha detto Di Martino, un immobile nella zona de Las Mercedes, che potrebbe essere acquistato dallo Stato Italiano. Si tratta di un edificio che potrà ospitare tutte le Istituzioni Italiane (Ambasciata, Consolato Generale, Comites, Associazioni, Patronati e CGIE).
Riguardo la diffusione della lingua e cultura italiana, il Presidente Di Martino ha dichiarato di voler ubicare un piccolo locale per la realizzazione da parte del Comites di corsi privati di Italiano, per un numero ridotto di persone. Si è fatto carico anche di informarsi ufficialmente con le autorità competenti su quali siano le norme per l’ottenimento del B1 per i cittadini stranieri che hanno contratto matrimonio con cittadini italiani.
Ultimo punto affrontato dalla riunione è quello delle difficoltà da parte dei connazionali nelle procedure delle Presentazioni degli Atti di Morte, con conseguenti ritardi nelle trasmissioni ai Comuni di tutte le procedure civili. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi