Confindustria Est Europa incontra le imprese italiane

MILANO\ aise\ - Presentare le opportunità di business e di crescita nei singoli Paesi aderenti alla Confindustria Est Europa: Albania, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Macedonia del Nord, Montenegro, Polonia, Romania, Serbia, Slovenia e Ucraina. Con questo obiettivo Confindustria Est Europa ha organizzato un incontro con le imprese italiane il prossimo 14 ottobre, dalle 9.00, nella sede di Assolombarda a Milano.
La prima parte della mattina, fino alle 11.30, sarà dedicata alla sessione plenaria, cui seguirà, dalle 11.30 alle 13.00 la parte dedicata ai one to one con i referenti delle Confindustrie dell'Est Europa.
Saranno presenti rappresentanti di Albania, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Macedonia del Nord, Montenegro, Polonia, Romania, Serbia, Slovenia e Ucraina, mercati verso cui, nel 2021, l’Italia ha esportato beni e servizi per oltre 38 miliardi di Euro (7,3% del totale).
L’iniziativa –organizzata in collaborazione con Assolombarda e in partnership con UniCredit - è parte del Roadshow di Confindustria Est Europa in Italia e rappresenta un’opportunità di incontro tra le imprese e le 11 Rappresentanze Internazionali aderenti al network.
A presentare “Le opportunità di business negli 11 Paesi aderenti alla Federazione e il ruolo delle Rappresentanze Internazionali di Confindustria Est Europa” sarà Luisa Meroni, Presidente Confindustria Est Europa.
Seguirà un approfondimento su “Export e opportunità nell’Est Europa: analisi e strumenti SACE” a cura di Alessandro Terzulli, Chief Economist SACE, e Fabio Guglieri, Global Relationship Manager SACE.
Quindi, spazio ai Focus Paese: rappresentanti di alcune Confindustrie Est Europa illustreranno il contesto, i settori focus, i progetti e le iniziative di interesse per l’imprenditoria italiana.
“Gli strumenti del Gruppo UniCredit a supporto delle imprese nel processo di espansione del loro business all'estero” saranno presentati da Alessandro Paoli, Responsabile UniCredit International Center Italy.
Le conclusioni saranno affidate a Raffaele Langella, Direttore area Affari Internazionali Confindustria.
Per partecipare occorre iscriversi qui. (aise)