FIERA TURISTICA DA RECORD: 300MILA VISITATORI ALLA CMT DI STOCCARDA

FIERA TURISTICA DA RECORD: 300MILA VISITATORI ALLA CMT DI STOCCARDA

STOCCARDA\ aise\ - I 2.161 espositori provenienti da 100 paesi di tutti i continenti sono tornati a casa contenti e soddisfatti, dopo 9 giorni in cui gli operatori della Caravan Motor und Touristik (CMT) hanno potuto fornire a ben 300.000 visitatori informazioni, e rendendo appetibile la propria offerta turistica.
A fare da magnete sono state le novità della vacanza attiva: Camping e Caravaning che nella passata stagione ha movimentato 3,8 milioni di appassionati; Salute e Benessere, segmento preferito da 4,8 milioni di turisti; e poi mare, laghi e monti, città culturali, parchi, percorsi ciclabili e di escursionisti, raduni, manifestazioni ed eventi sportivi, ricorrenze religiose e carnevalesche e sport in tutte le sue svariate forme.
Se nel 2019 ben 71 milioni di tedeschi si sono concessi una vacanza, nel 2020, secondo gli esperti di settore, l’aumento potrà oscillare fra l’1% e il 4%.
Secondo il prof. Martin Lohmann, studioso dei movimenti turistici tedeschi, i disastri ambientali e i focolai di guerre in diversi paesi extraeuropei, favoriranno ancora una volta mete dell’Europa centro-meridionale e in particolare: Spagna, Italia, Austria, Grecia, Portogallo, Croazia, Slovenia, Montenegro (quest’anno Paese Partner CMT) ed altri paesi balcanici. Incalzante è stata anche la richiesta per il Marocco e la Tunisia.
Tentennante è invece il flusso turistico verso la Turchia a causa delle tensioni politiche fra l’Europa e il presidente Erdogan. Ciò vale anche per Tunisia, Algeria, Libia, Egitto, paesi arabi e Terra Santa (Israele e Palestina). Tutto dipenderà dagli sviluppi politici.
Gettonate restano le Isole Maldive, Seychelles e Madagascar; mentre per il continente americano resta vivo l’interesse per Cuba, Giamaica, Haiti, Santo Domingo, Costa Rica e Bahamas.
Nonostante l’introduzione di una tassa d’inquinamento sui biglietti di volo si presume che il turista non rinuncerà all’aereo per la vacanza breve o lunga, ma comunque lontana da casa.
Se la politica rimarrà stabile, della vicinanza geografica ne trarranno vantaggio sia le confinanti Austria e Svizzera, sia Spagna e Italia, tradizionali mete turistiche culturali e balneari.
Fra le regioni italiane più attive nel campo della promozione turistica si sono distinte alla CMT di Stoccarda: Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Sardegna ed Emilia-Romagna, tutte regioni a forte vocazione turistica.
Sono soprattutto i romagnoli a confermarsi i più ospitali e i più compitivi per il rapporto qualità - prezzo dei servizi. La loro carta vincente è costituita anche da simpatia, accoglienza, qualità dei servizi, infrastrutture, attività sportive, eventi di forte richiamo, la valorizzazione del Delta del Po e delle Saline, percorsi di piste ciclabili e slow bike.
Non meno importante, per i romagnoli, è la formazione continua dei marinai di salvataggio, uomini e donne, duramente allenati per rendere sicura la vacanza all’ospite in spiaggia.
Per esempio il Comune di Cervia/Milano Marittima – spiega il sindaco, Massimo Medri – impiega su 9 km di litorale ben 80 bagnini, tra cui anche delle ragazze.
Questo importantissimo servizio, fondato sulla sicurezza, rende la vacanza ovviamente più tranquilla alla famiglia.
Con una punta di orgoglio, Medri aggiunge come Cervia sia stata la prima città balneare a dotare i bagnini di defibrillatori. Una particolare attenzione è rivolta poi anche ai turisti portatori di handicap o diversamente abili. Per loro la Cooperativa dei bagnini mette a disposizione gratuitamente le prestazioni di 41 fisioterapisti convenzionati e la seggetta.
Fra le attrazioni della stagione 2020 spiccano: Il Festival internazionale dell’aquilone (24 aprile - 3 maggio); Cervia Città Giardino e Le Nozze del Mare (24 maggio) cui parteciperanno anche Stoccarda ed Aalen (Baden-Württemberg), Il Festival Internazionale del Jazz (giugno), La Notte Rosa (3/4 luglio), La Spiaggia Ama il Libro e tanti altri eventi sportivi e musicali che allieteranno le serate estive.
Richiamandosi poi al vecchio detto “L’unione fa la forza”, soprattutto i romagnoli ne hanno fatto la loro fortuna economico-commerciale, imprenditoriale, occupazionale e d’immagine.
Grazie a questo spirito di squadra sono nati i consorzi e le cooperative che hanno messo insieme albergatori, bagnini, ristoratori, pescatori e agricoltori, tutti soggetti importanti per fornire al turista prodotti genuini di qualità, a prezzi accessibili.
Questo spirito collettivo è evidente anche fra le amministrazioni comunali che progettano e realizzano insieme piste ciclabili e calendario di manifestazioni di grande richiamo.
Un esempio è il binomio Cervia (città marittima) e Bertinoro, cittadina medievale del forlivese, nota per l’eccellente qualità del vino Sangiovese. L’attrazione della stagione 2020 – spiega Mirko Capuano, Assessore al Turismo di Bertinoro – sarà Bike-Sangiovese attraverso le Terre del Triathlon, una Tappa del Giro d’Italia in maggio, e in settembre l’Ironman, con atleti provenienti da tutto il mondo.
Mentre gli operatori economici della ridente Bertinoro si attrezzano per accogliere gli amanti delle due ruote a pedali, il Comune e la Regione sono alle prese con la messa in sicurezza delle piste ciclabili e le infrastrutture connesse.
Nella vetrina turistica internazionale della CMT di Stoccarda, tra i 100 Paesi che si sono presentati ci sono state ben 350 realtà regionali. Fra queste, la Sardegna, che nella passata stagione ha registrato un flusso turistico straniero di 7,5 milioni di cui 2 milioni provenienti dalla Germania.
Ciò è dovuto anche all’incremento dei voli diretti a basso costo da quasi tutti gli aeroporti tedeschi per Olbia, Alghero e Cagliari.
A testimoniare l’importanza di questo segmento di mercato è stata la presenza alla CMT dell’Assessore regionale al Turismo, Giovanni Chessa, e dei numerosi operatori fra cui anche Alfonso Fazio, calabrese di origine ma cresciuto a Fellbach/Stoccarda e decorato nei giorni scorsi di medaglia d’oro dalla Città di Waiblingen per i suoi 25 anni di attività politica e di Capogruppo dei Verdi nei Consigli Comunale e Provinciale.
La sua competenza linguistica dell’italiano e del tedesco gli consentono ora di fungere da cinghia di trasmissione per la promozione dei flussi turistici dal Baden-Württemberg verso la Sardegna. Da anni promuove con successo il Family Village 4 Mori di Muravera, a Cagliari, creando opportunità lavorative stagionali sia a giovani sardi che a italiani di Germania. Il suo sogno è di incrementare il turismo della terza età. E chissà che non si realizzi.
Intanto, l’intraprendente Fazio gira per le fiere turistiche tedesche con l’auspicio di poter riferire alla CMT 2021 (23 – 31 gennaio 2021 con la Cina Partnerland) che la stagione 2020 sia stata un successo per lui, per la Sardegna e per l’Italia tutta. (tony màzzaro*/ aise)
* Consigliere Cgie Germania 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi