FVG A CHICAGO: CONCLUSA LA PRIMA TAPPA DELLA MISSIONE IN USA

FVG A CHICAGO: CONCLUSA LA PRIMA TAPPA DELLA MISSIONE IN USA

CHICAGO\ aise\ - Un seminario di degustazione di vini regionali abbinati a prodotti tipici del territorio; un esclusivo evento di show-cooking per fare apprezzare a un pubblico selezionato il sapore inconfondibile del Tiramisù originale; la presentazione del Friuli Venezia Giulia quale destinazione turistica. Sono stati questi i tre temi che hanno scandito la prima missione negli Stati Uniti, a Chicago, dell'assessore della Regione Friuli Venezia Giulia al Turismo, Sergio Emidio Bini, realizzati da PromoTurismoFvg in collaborazione con Enit e con le Camere di Commercio di Pordenone Udine e di Trieste Gorizia. La prima tappa della missione in USA della delegazione friulana ha dunque potuto raccogliere l'entusiastica adesione di oltre cento tra tour operator, giornalisti, importatori, ristoratori e distributori.
"Una vetrina importante per il Friuli Venezia Giulia - ha detto l'assessore - che guarda con convinzione, come testimoniato dal diretto coinvolgimento di numerosi stakeholder, sul binomio turismo ed enogastronomia. Solo nell'ultimo anno - ha sottolineato Bini - si è infatti riscontrato un incremento nell'interesse dei viaggiatori verso le esperienze legate al cibo, al vino e alle tradizioni alimentari pari al 48%: un'indicazione chiara, che ci ha suggerito di intensificare la nostra presenza sui mercati mondiali facendo leva sulle straordinarie eccellenze che sono patrimonio della nostra regione".
La voglia di raccontare in modo autentico la storia delle comunità regionali ha permesso così di fare breccia nei cuori, prima ancora che nei palati, degli ospiti convenuti nel punto vendita Eataly di Ohio Street.
"La partnership con la catena fondata da Oscar Farinetti (Eataly, ndr) - ha spiegato ancora l'assessore - si protrarrà per tutto il mese di ottobre, con l'obiettivo di celebrare le produzioni vitivinicole e agroalimentari del Friuli Venezia Giulia non solo in un contesto prestigioso per il made in Italy ma anche su un terreno fertile, e dalle ampie potenzialità, come quello a stelle e strisce".
Terminati gli appuntamenti in Illinois, l'assessore si sposterà ora a New York per ultimare il ciclo di incontri prima di rientrare in Italia. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi