Ripartire in Digitale: Focus Canada con Sace Promos e Assocamerestero

ROMA\ aise\ - Nuovo appuntamento con il ciclo di webinar dedicato alle imprese italiane che vogliono approfondire le opportunità di business e i processi digitali a supporto dell’export. Promosso da Sace e Promos Italia in collaborazione con Assocamerestero, il ciclo prosegue il 28 settembre con un Focus dedicato al Canada.
Il mercato e-commerce Canadese è tra i più sviluppati al mondo, nonostante ciò continua ad offrire ampi margini di espansione. Per affrontare la concorrenza internazionale e conquistare la fiducia dei consumatori è necessaria però una conoscenza mirata del contesto commerciale canadese.
Quali sono i settori Made in Italy più richiesti in Canada? Quali sono lo scenario digitale e le opportunità per l'export italiano?
Di questo si parlerà il 28 settembre nell’incontro introdotto da Mariangela Siciliano, Head of SACE Education, e Valeria Centinaro, Responsabile Programmi Internazionali ed Europrogettazione | Promos Italia.
Di “Outlook politico ed economico del Canada: rischi e opportunità per il Made in Italy” parlerà Marina Benedetti, Ufficio Studi SACE; mentre le opportunità di business per le PMI italiane in Canada saranno illustrate da Corrado Paina, Direttore Camera di Commercio italiana dell’Ontario Canada (Toronto), Ruggiera Sarcina, Direttrice Italia Camera di Commercio Italiana in Canada (Montreal) e Alex Martyniak, Interim Executive Director Italian Chamber of Commerce in Canada - West (Vancouver).
Le “Strategie di comunicazione in Nord America: brand positioning, brand reputation e media relations” saranno al centro dell’intervento di Giovanni Pellerito, CEO GP communications North America inc., mentre “Lo scenario digitale del mercato canadese e le opportunità per l'export italiano” sarà illustrato da Giulio Finzi, Netcomm | Senior Partner Netcomm Services.
Modera Matteo Zilocchi - Responsabile comunicazione | Promos Italia.
Già alla fine del 2019 circa 28,1 milioni di consumatori canadesi avevano fatto acquisti online, ma le previsioni statistiche mostrano dati ancor più incoraggianti: i ricavi che saranno generati nel mercato dell'e-commerce al dettaglio supereranno i 33 miliardi di dollari entro il 2024, rispetto ai 28,5 miliardi del 2019. Secondo i sondaggi più recenti, i canadesi si sentono sempre più a loro agio e sicuri nello shopping online, ciò grazie anche a lungimiranti previsioni legislative come l’Uniform Electronic Commerce Act che offre metodi di pagamento standardizzati tra le varie province del Paese e maggiore sicurezza tanto per i consumatori quanto per i venditori.
Inoltre, l’accordo CETA, siglato tra Canada e UE, entrato in vigore nel 2017, è ora funzionante a pieno regime e ad ha già dimostrato di essere particolarmente vantaggioso per le imprese italiane: nel 2019, gli scambi totali tra Canada e Italia sono stati pari a 11,5 miliardi di dollari e l’Italia ha registrato un saldo commerciale positivo del 9,9%.
Sebbene le esportazioni canadesi in Italia siano diminuite dell’1,7% dal 2018, le importazioni canadesi dall’Italia hanno registrato un aumento del 5%. Il digitale, dunque, rappresenta il modo migliore per cogliere le opportunità offerte dalla ripresa degli scambi commerciali internazionali. (aise)