Selling & Buying Made in Italy: Food & Beverage in South Africa: il webinar Sace - Ice

ROMA\ aise\ - Si intitola “Selling & Buying Made in Italy: Food & Beverage in South Africa” il webinar organizzato da Sace, insieme all'Agenzia Ice di Johannesburg e con il supporto dell'Ambasciata d'Italia a Pretoria e Federalimentare, il prossimo 26 gennaio.
Obiettivo presentare le nuove opportunità di business in Sud Africa: le PMI italiane che parteciperanno all'evento, infatti, potranno entrare in contatto con i principali acquirenti sudafricani al dettaglio, come FLM (Food Lover's Market), interessati a vino italiano, olio d'oliva, latticini, pasta, patatine e snack, acqua in bottiglia e carne.
L'incontro sarà anche un'occasione per presentare come SACE può supportare gli Esportatori italiani e i Buyer locali nel fare business, con condizioni di pagamento competitive.
Al termine della sessione plenaria, gli organizzatori forniranno tutti i dettagli necessari per favorire i rapporti commerciali tra Esportatori italiani e Buyer sudafricani.
I lavori inizieranno alle 10.00 con i saluti di Luca Passariello, Head of Supply Chain & Business Promotion – SACE; Raffaele Langella, International Affairs Director – Confindustria; e Antonella Marucci, Italian Trade Commissioner Johannesburg – ICE Italian Trade Agency.
Quindi Pamina Bohrer, segretario generale della Camera di commercio Italia – Sud Africa presenterà i nuovi trend dei consumi in Sud Africa nel settore food & beverage. Di seguito, Massimiliano Boccardelli di Federalimentare spiegherà come esportare F&B italiano in Sud Africa, mentre David Chalila, referente di Sace in Sud Africa, illustrerà le azioni messe in campo da Sace a sostegno delle opportunità di business.
L’incontro, moderato da Simona Vultaggio di Sace, terminerà con la sessione dedicata a domande e risposte. (aise)