A DIGIONE LA 13^EDIZIONE DI ITALIART

A DIGIONE LA 13^EDIZIONE DI ITALIART

DIGIONE\ aise\ - Si apre il 5 marzo e terminerà il 31 dello stesso mese il 13° ITALIART (Ti amo Festival), la più importante manifestazione culturale italiana di Francia, di cui è partner anche il Comites.
Dedicato a chi ama l’Italia e la sua cultura, il festival è anche uno straordinario strumento di promozione del nostro Paese. Tra i partner principali, il già citato Comites, il Consolato generale, l'associazione Ombra di Peter, la SIAE e molti altri. Un evento considerato come il più importante festival italiano di Francia per la sua interdisciplinarietà. Previsti infatti concerti, mostre, spettacoli teatrali, incontri e molto altro.
A sottolineare l’importanza dell’evento, l’apertura ufficiale della manifestazione, prevista per il 7 marzo, alle 11, presso l’Hotel De Vogue Dijon, si terrà alla presenza dell’ambasciatrice d’Italia Teresa Castaldo e della Console generale a Parigi Emilia Gatto.
Un appuntamento imperdibile, che ormai da 13 anni offre la possibilità di incontrare artisti, intellettuali, personalità di primo piano della cultura italiana, nonché degustare ottimi prodotti e assistere a performance artistiche di indiscussa qualità.
Anche quest’anno, come da tradizione, il festival si tiene nelle strade del centro storico di Digione. Primo appuntamento con la danza contemporanea di Ambra Senatore, che porterà in scena una rappresentazione incentrata sulla figura carismatica di Pier Paolo Pasolini e sul suo pensiero artistico, politico e sociale.
Uno spettacolo meta-teatrale, che si rifà al titolo del famoso romanzo di Kundera “L’insostenibile leggerezza dell’essere”. Infatti si investigherà sulla leggerezza e non delle nostre vite, in uno spettacolo che strizza l’occhio alla Commedia dell’Arte
“ITALIART”, dice Vincenzo Cirillo, presidente del Comites di Parigi, nonché fondatore e direttore di ITALIART, “è il più importante festival culturale Italiano di Francia e fa onore alla nostra cultura contemporanea con la condivisione con artisti anche di altri paesi”
Il programma integrale del festival è disponibile a questo link (aise)

Newsletter
Archivi