“Brava Zente” arriva a Jaguarì (Rio Grande do Sul) con i Veneti nel Mondo

VENEZIA\ aise\ - A 134 anni dalla sua fondazione, la Colonia Jaguarì – nel Rio Grande do Sul, in Brasile – è oggi un’importante realtà fondata da veneti che si presta ad ospitare un evento della tournee brasiliana del film “Brava Zente. Storie della terra veneta” dell’autore e regista vicentino, Giancarlo Cappellaro, che si terrà il prossimo 6 ottobre alle ore 19.00 presso la Scuola Guilhermina di Jaguari. A darne notizia Aldo Rovito, Presidente Associazione Veneti nel Mondo aps.
I coloni che si insediarono nelle difficili terre di Jaguarì, già a partire dal lontano 1871, lo fecero ricostruendo il loro mondo culturale. Ed è così che ancora oggi la cultura veneta rivive nei rifugi, nella coltivazione dei campi, nei filò e nelle lingue e nelle attività culturali oltre che in quelle religione, come il culto per la Madonna di Monte Berico e per l’Evangelista San Marco. Proprio al patrono di Venezia è dedicato uno dei monumenti più importanti del paese, il bassorilievo del Leone di San Marco posizionato al centro di Jaguarì nel 2019 grazie al progetto “25 Leoni di San Marco nell’Ottava Provincia Veneta” realizzato dal COMVERS con il partenariato dell’Associazione Veneti nel Mondo aps.
L’evento di proiezione del film è organizzato in collaborazione con il circolo gemellato con l’Associazione Veneti nel Mondo, l’Associazione Culturale Italiana della Valle di Jaguarì, con il patrocinio del COMVERS. Il film è ambientato negli anni cinquanta del secolo scorso e ripropone scorci di vita nei paesi del Basso Vicentino e in particolare a Longare, Costozza, Lumignano, Castegnero, Nanto, Mossano, oltre a Camisano Vicentino, Torri di Quartesolo, Lapio di Arcugnano, e Vicenza stessa. Paesi da cui molti degli ascendenti degli attuali residenti di Jaguarì appartenevano.
Ricordo che l’Associazione Veneti nel Mondo aps è, assieme alla Regione Veneto e alla Provincia di Vicenza, tra i promotori della diffusione del film di Giancarlo Cappellaro, con il fine di valorizzare il patrimonio immateriale e materiale veneto formato da cultura, lingua, identità, paesaggio e territorio. Ringraziamo per la collaborazione di questo evento, il Presidente dell’Associazione Culturale Italiana della Valle di Jaguari, Valdemar Valente, e la Presidente del COMVERS, Isabel Cristina Dalcin Quirino. (aise)