ITALIANI LAVORATORI D’AMERICA: MUCCI (WE THE ITALIANS) INTERVISTA MIKE VIRGINTINO

ITALIANI LAVORATORI D’AMERICA: MUCCI (WE THE ITALIANS) INTERVISTA MIKE VIRGINTINO

ROMA\ aise\ - “Sessanta anni fa gli Stati Uniti decisero di regalarsi un parco di divertimenti dedicato alla loro storia. Scelsero una zona del Bronx per costruirlo, e lo chiamarono Freedomland U.S.A., ma ben presto fu coniato il nickname “Disneyland of the East”. Così come avevano fatto per l'America, molti furono gli italoamericani impegnati a ideare e costruire il parco divertimenti ad essa dedicato, e poi a lavorare lì. Ed è oggi un italoamericano, Mike Virgintino, a raccontare la loro storia e con essa la storia di Freedomland U.S.A.: in un libro, e in questa intervista, per la quale lo ringraziamo e gli diamo il benvenuto su “We the Italians”. Inizia così l’intervista che Umberto Mucci, direttore e fondatore di “We the Italians”, ha realizzato a Mike Virgintino.
“Mike, prima di tutto: qual è la tua storia?”.
“I miei genitori venivano dal South Bronx. Raphael F. Virgintino viveva al 436 di East 145th Street. Mio nonno paterno era dei Sassi di Matera, in Basilicata; e mia nonna visse i suoi primi anni a Laurenzana, in provincia di Potenza, sempre in Basilicata. Mia madre, Jennie Tomao, risiedeva al 335 di East 148th Street. I suoi genitori erano arrivati da Esperia, in provincia di Frosinone, nel Lazio”.
L’intervista completa è disponibile a questo link: https://wetheitalians.com/interviews/italian-americans-freedomland-us-americas-history-theme-park-new-york-city. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi