“NIENTE PER FORZA TUTTO PER AMORE”: LA CONFERENZA DELL’ORGANIZZAZIONE ROMEO FERRERO A MONTECARLO

“NIENTE PER FORZA TUTTO PER AMORE”: LA CONFERENZA DELL’ORGANIZZAZIONE ROMEO FERRERO A MONTECARLO

MONTECARLO\ aise\ - Dopo il successo e il grande apprezzamento ricevuto dal pubblico alla prima edizione del luglio scorso, l'organizzatore Romeo Ferrero propone un nuovo appuntamento con il "rendez-vous" pensato per andare insieme alla ricerca del giusto stile di vita.
"Niente per forza, tutto per amore" è il titolo scelto per questa nuova conferenza sulla qualità della vita, in programma al Novotel di Monaco domenica prossima, 15 dicembre, alle 15.00, con ingresso gratuito.
L'amore in questione è quello dalle molteplici sfaccettature: da quello per le arti a quello per il prossimo, da quello per il sapere a quello per la natura.
Anche questa volta la formula sarà pensata per abbattere la rigidità di una lezione frontale, realizzando un vero talk-show condotto dal giornalista radiofonico Marco Casa e dall'antropologo Giovanni Gugg, impreziosito dalle musiche eseguite dal vivo del duo Angelica Murante (pianoforte) e Giulio Cozzari (violoncello) e arricchito da una degustazione di sapori locali e vini piemontesi. Il cocktail verrà accompagnato musicalmente dal duo Raul Frometa alla chitarra e Piero Dotti voce che presenteranno in anteprima mondiale nel Principato il nuovo lavoro discografico di Raul Frometa dal titolo “Presencias” (come il titolo del libro che verrà presentato durante la conferenza).
I conferenzieri saranno: Italo Muratore - architetto e referente dell'Osservatorio del Paesaggio Transfrontaliero della Riviera Italo-Francese; Alessandro Carassale - ricercatore di Storia Moderna all'università di Genova, esperto di storia dell'agricoltura, dell'alimentazione e del vino, della cultura materiale e del turismo liguri; Caterina Allera ed Enrico Masella - rispettivamente biologa e ingegnere. Hanno ideato un rivoluzionario sistema di coltivazione fuori suolo, senza terra, per un futuro di scarsità di terreni agricoli e di acqua; Giuseppe Mazza - giornalista e fotografo monegasco che ha sempre puntato il suo obiettivo sulle meraviglie della natura e ha realizzato on line la "Monaco Nature Encyclopedia"; Flavia Marcella Tealdo - già docente di materie letterarie nei licei e all'Università di Torino, esperta di didattica, ora risiede a Monaco e ha scritto il romanzo "Vuoti da riempire" (Pintore) ambientato in un carcere femminile; Raul Frometa - musicista e poeta cubano, come bassista ha fatto parte della leggendaria band degli Havana Mambo, presenterà la sua raccolta di versi "Presencias"; Vincenzo Palmero - presidente della Croce Rossa di Bordighera, promotore di azioni sociali in favore degli anziani, è stato nominato "Cavaliere di Saint Charles"da S.A.S. Alberto di Monaco; Alberto Adonai - architetto, pittore e fashion designer fondatore dell’omonimo marchio di moda con sede a Monte-Carlo. Manifatture curate nel minimo dettaglio apprezzate dal “jet set” internazionale; Daniel Mille - presidente della sezione monegasca di Kiwanis, organizzazione che dona ogni anno oltre 18 milioni di ore di volontariato e investe oltre 107 milioni di dollari nelle comunità sparse nel mondo e in favore dell’infanzia che vive in condizioni svantaggiate; Ignazio Dogliani – presidente di Batasiolo, azienda vitivinicola.
Oltre a questi personaggi di grande spessore ci saranno dei graditi ritorni come quello di Marco Damele l’imprenditore agricolo di Camporosso (IM) a cui si deve la riscoperta della “cipolla egiziana” dalle sorprendenti proprietà e con lui ci sarà il giornalista enogastronomico Claudio Porchia che decanterà le prelibatezze culinarie dei fiori!
Ancora in materia di cucina tornerà, dopo essere stato presente all’edizione estiva di Quality of Life, il BioChef Paolo Sari e parlerà del lato più che buono della sua cucina di fama mondiale: l’aspetto solidale.
Infatti lo chef veneziano presenterà i progetti avviati nel sud del mondo dalla sua associazione “Bio Chef Global Spirit” che si occupa di dare un’istruzione e insegnare un mestiere ai giovani più poveri.
Al termine del talk-show, i partecipanti di Quality of Life verranno deliziati dalla pissaladière sfornata dal laboratorio di Jean Paul Veziano, discendente di una gloriosa famiglia di panificatori di Antibes, ristorati dalle fragranti pizzette del Panificio fratelli Lia di Camporosso (IM) e inebriati dai calici di vini Batasiolo.
La Batasiolo è un'azienda vitivinicola situata in frazione Annunziata a La Morra, in provincia di Cuneo e produce oltre 3 milioni di bottiglie esportate quasi in tutto il mondo. Da 50 anni la famiglia Dogliani dà vita a questa riconosciuta eccellenza italiana e l’importanza della cantina, come precisa Ignazio Dogliani presidente della Batasiolo, sta nel connubio tra apporto umano e avanguardia tecnica in ogni fase della lavorazione.
Al vertice della produzione della Batasiolo ci sono i 5 cru di Barolo i cui vigneti fanno parte dei 120 ettari vitati di proprietà ubicati nei più prestigiosi vigneti delle Langhe. Su uno di questi si trova Il Boscareto Resort e Spa, 5 stelle lusso realizzato per una clientela esigente e internazionale. Fiore all’occhiello il ristorante La Rei che offre una cucina di altissima cura, attenta al territorio e premiato con una stella Michelin. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi