PREVENZIONE ALLA TORTURA: UN ITALIANO NEL SOTTOCOMITATO ONU

PREVENZIONE ALLA TORTURA: UN ITALIANO NEL SOTTOCOMITATO ONU

ROMA\ aise\ - “Finalmente il Sottocomitato per la prevenzione della tortura (Spt), organo delle Nazioni Unite per la vigilanza e il monitoraggio di tutti i luoghi di privazione della libertà, ha un componente italiano, Massimiliano Bagaglini”. A darne notizia con soddisfazione è Daniela de Robert, Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale.
Nella seduta dello scorso 22 ottobre, i rappresentanti diplomatici dei 91 Paesi che aderiscono al Protocollo opzionale alla Convenzione Onu contro la tortura hanno eletto Bagaglini come componente del Spt per un mandato di quattro anni a partire dal 1° gennaio 2021.
Massimiliano Bagaglini è il responsabile dell’Unità Migranti e privazione della libertà del Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà e ricopre questo incarico sin dall’avvio, nel febbraio 2016, delle attività del Garante nazionale.
Per questo, secondo De Robert, la sua elezione “rappresenta non solo un riconoscimento alla persona e all’Autorità di garanzia che lo vede attivo componente, ma anche alla drammaticità del tema che egli rappresenterà in seno al Sottocomitato sulla base dell’esperienza che con continuità l’Unità migranti e privazione della libertà conduce”.
Daniela De Robert si è detta grata al Ministero degli Affari esteri e della cooperazione, all’Ufficio Nazioni Unite e alla Rappresentanza italiana a Ginevra, per l’impegno profuso affinché la candidatura di Bagaglini potesse andare in porto. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi