“Studiare in Friuli”: giovedì la presentazione del progetto dedicato ai corregionali all’estero

UDINE\ aise\ - Sarà presentata giovedì prossimo, 3 giugno, in diretta facebook la 20^ edizione di "Studiare in Friuli", progetto di interscambio con i discendenti dei corregionali all'estero, promosso dal Convitto “Paolo Diacono” e dall’Ente Friuli nel Mondo.
Il Rettore-Dirigente Scolastico del Convitto, Alberta Pettoello, e il Presidente dell’Ente Friuli nel Mondo, Loris Basso, illustreranno il bando per l’anno scolastico 2021-2022; la registrazione della diretta resterà disponibile per la visione sulla stessa pagina Facebook del Convitto.
L’iniziativa, giunta alla 20^ edizione, è riservata ai discendenti dei corregionali all’estero, i quali avranno la possibilità di frequentare un anno di studi presso i Licei annessi al Convitto Nazionale e le altre Scuole superiori del territorio, tecniche e professionali.
Nel corso degli anni il Progetto “Studiare in Friuli” ha portato a Cividale circa cinquecento giovani provenienti da Venezuela, Argentina, Brasile, Panama, Perù, Uruguay, Belgio, Romania, Canada, Australia, Olanda, Francia e Germania. La continuità del Progetto, visti i risultati conseguiti nel tempo sia sul piano didattico ed educativo, sia sul piano del consolidamento dei legami con i Friulani residenti all’estero, è stata garantita dal sostegno finanziario di diversi Enti – dalla Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia alla Fondazione FRIULI, dal Comune di Cividale del Friuli alla CiviBank.
Per l’anno scolastico 2021-22 il Progetto “Studiare in Friuli” troverà la sua attuazione in un Bando per l’assegnazione di 12 borse di studio che permetteranno ad altrettanti giovani fra 15 e i 17 anni di soggiornare a Cividale del Friuli, dove saranno inseriti nella vita convittuale e scolastica secondo gli ambiti di studio più affini alla propria formazione. (aise)