TEAM DI STUDENTI DELL’UNIVERSITÀ DI FIRENZE VINCE IL “BUCERIUS MEDIATION COMPETITION”

TEAM DI STUDENTI DELL’UNIVERSITÀ DI FIRENZE VINCE IL “BUCERIUS MEDIATION COMPETITION”

FIRENZE\ aise\ - Si chiamano Marianna Celentano, Pietro Chiarelli, Chiara Petricone e Tanja Hilpold. I primi tre iscritti al terzo anno della laurea magistrale in Giurisprudenza italiana e francese, la quarta al terzo anno della laurea magistrale in Giurisprudenza italiana e tedesca. E sono i membri del team dell’Università di Firenze che si è aggiudicato la vittoria della Bucerius Mediation Competition, sfida promossa dalla Bucerius Law School di Amburgo.
La competizione si è svolta online dal 20 al 22 novembre e ha visto la partecipazione di 22 squadre provenienti da vari paesi del mondo. Nei turni preliminari la squadra Unifi ha incontrato quelle della Leibniz Univeristat, dell’Università di Vienna e della Tamil Nadu National Law University, mentre in finale si è misurata con quella della University of California, Hastings College of Law.
La mediazione è un campo che vede la Scuola di Giurisprudenza Unifi attiva da tempo, attraverso l’iniziativa delle Mediazioni fiorentine. Questo metodo di didattica innovativa prepara alle competenze giuridiche e relazionali per la soluzione dei casi, ricorrendo all’utilizzo delle più avanzate tecniche di mediazione. Il diritto vive così nei casi concreti sui quali gli studenti sono chiamati a cimentarsi, riflettere, discutere e soprattutto a cooperare per trovare insieme soluzioni soddisfacenti.
“La Scuola di Giurisprudenza sostiene da tempo la partecipazione dei propri studenti a questa e ad altre competizioni nazionali ed internazionali, nella convinzione che tali esperienze costituiscano occasioni preziose di formazione e di arricchimento personale, oltre ad offrire un’opportunità di contatto con il mondo professionale – sottolinea Alessandra De Luca, docente che ha supervisionato il lavoro del gruppo Unifi -. È stata un’autentica soddisfazione, quindi, vedere i nostri studenti raggiungere questa vittoria, tenuto conto anche dell’eccellente livello della squadra incontrata nella finale, proveniente da una realtà come la California in cui lo sviluppo della mediazione è davvero avanzato”.
La Bucerius Mediation Competition, organizzata dagli studenti dell’omonima Law School di Amburgo, è nata nel 2015 come occasione di preparazione per le squadre partecipanti alla più nota competizione internazionale in questo ambito, la ICC – International Commercial Mediation Competition organizzata dalla Camera Internazionale di Commercio di Parigi, che il prossimo febbraio terrà la sua sedicesima edizione.
I casi sui quali si confrontano gli studenti attengono al settore del commercio internazionale e sono preparati da mediatori esperti in questo ambito. In particolare, il caso affrontato della finale riguardava un contratto tra una società francese e una società statunitense riguardo allo sfruttamento nell’ambito dei videogiochi di un software in grado di prendere immagini e animarle, consentendo un’interazione con l’utente. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi