TERMINATO IL LOCKDOWN TORNIAMO IN VACANZA IN ITALIA: RAÍZ ITALIANA A SOSTEGNO DELL’APPELLO

TERMINATO IL LOCKDOWN TORNIAMO IN VACANZA IN ITALIA: RAÍZ ITALIANA A SOSTEGNO DELL’APPELLO

ROMA\ aise\ - “Quando tutto sarà finito torniamo in vacanza in Italia per aiutare il Paese delle nostre radici”. Questo l’appello, partito spontaneamente da un rinomato chef italo-argentino, a cui ha aderito in queste ore anche l’Associazione di promozione sociale Raíz Italiana, impegnata da alcuni anni nella promozione del turismo delle radici, cioè viaggi degli italiani nel mondo alla scoperta dei luoghi da cui sono partiti i propri antenati, per cui ha, con l’aiuto del MAECI, pubblicato anche una guida al turismo delle radici.
“Negli ultimi mesi - hanno sottolineato gli esponenti dell’Associazione -, il ritrovato orgoglio nazionale, urlato dai balconi di tutta Italia, ha raggiunto anche le case degli italiani nel mondo, e che con grande apprensione seguono le vicende del loro amato Paese, oggi più lontano che mai” a causa del lockdown a cui è costretto gran parte del mondo per prevenire il diffondersi del coronavirus. “Forse - ha spiegato ancora il team di Raíz Italiana - dal sentirne così tanto parlare e dal dolore di vederla in ginocchio è venuta fuori la voglia di conoscere la terra d’origine per chi ancora non ci è stato, di tornarci per chi è solito trascorrervi le vacanze e, soprattutto, la forza di dire: “Italia non sei sola, noi siamo con te!””.
Moltissimi sono stati gli affettuosi messaggi di solidarietà ricevuti dal belpaese da parte di coloro che fanno parte della grande comunità composta non solo dai cinque milioni di persone con passaporto, ma dagli 80 milioni con il sangue italiano.
Donato De Santis, rinomato chef e imprenditore pugliese in Argentina, nonché cavaliere della Repubblica Italiana, già dai primi giorni dell’emergenza sulle sue pagine social, che raggiungono oltre due milioni di persone, ha lanciato una proposta concreta per tutti gli italiani all’estero che vorranno aiutare l’Italia a rialzarsi dalla crisi, ovviamente quando l’emergenza sanitaria sarà rientrata, lanciando, in un video su Facebook dell’11 marzo, una campagna di aiuto volta a consumare e a prediligere l’acquisto di prodotti made in Italy e a organizzare le proprie vacanze in Italia, magari andando a trascorrere del tempo proprio nel paese d’origine o nei piccoli borghi, partecipando anche a progetti di vacanza-lavoro nelle piccole e medie imprese, per dare un contributo all’economia locale.
La proposta ha avuto un ampio numero di consensi da parte dei suoi followers italo-argentini e non solo che sarebbero disposti ad aderire all’iniziativa. “Sappiamo che bisogna essere realisti - ha evidenziato Raíz Italiana - in quanto è evidente la possibilità che il lockdown possa mettere in difficoltà anche l’economia di altri Paesi, ma la voce autorevole dell’influencer e la risposta ottenuta dalla sua proposta con un pizzico di positività ci fa ben sperare. Intanto, siamo a lavoro con Donato, con associazioni e istituzioni per immaginare i nuovi scenari in modo da non farci trovare impreparati quando questo incubo sarà finito e per permettere ai nostri connazionali di conoscere quei luoghi tanto sognati”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi