Allora! partner della campagna vaccinale del governo australiano

SYDNEY\ aise\ - Allora!, periodico italiano a Sydney, diventa partner del governo federale australiano per esortare la comunità a rimanere in casa durante il lockdown in corso, limitare i contagi e contribuire a sostenere la vaccinazione attraverso una campagna mediatica in lingua italiana.
L’accordo è stato siglato attraverso la Federazione dei Consigli delle Comunità Etniche dell'Australia (FECCA), con un contributo del Ministero della Salute mirato a sostenere un programma informativo fino a marzo 2022.
“Vogliamo garantire che tutti gli australiani, compresi quelli provenienti dalle comunità etniche, abbiano accesso alle informazioni sulla vaccinazione COVID-19 nella loro lingua. Insieme dobbiamo combattere il COVID-19 in Australia. Possiamo fare la differenza fornendo informazioni accurate e utili alla comunità,” ha reso noto la FECCA.
La redazione del periodico si è detta entusiasta di poter collaborare con la Federazione e in piena sinergia con le autorità governative e sanitarie in qualità di testata giornalistica comunitaria italiana riconosciuta di interesse per l’intera collettività.
“Il governo australiano vede nella nostra pubblicazione un organo riconosciuto di diffusione su larga scala, capace di raggiungere i connazionali italiani di Sydney, del Nuovo Galles del Sud e dell’Australian Capital Territory in questo periodo di estrema emergenza,” ha affermato il caporedattore di Allora!, Franco Baldi.
“Gli italiani sono il gruppo etnico più anziano d’Australia con l'età media degli italofoni che si attesta a 70 anni, secondo l'ultimo censimento. A ciò si aggiunge il fatto che gli italiani fanno molto affidamento al canale televisivo RAI Italia come principale fonte di notizie quotidiane, rimanendo spesso disinformati su come prenotarsi o sottoporsi al vaccino e dove trovare la clinica di vaccinazione a loro più vicina,” ha detto Baldi.
Allora! è stampato a cadenza quindicinale e viene distribuito in 3.000 copie cartacee attraverso 400 edicole nel NSW e nell’ACT, gratuitamente in oltre 50 punti chiave nella metropoli di Sydney e raggiunge 25.000 lettori anche attraverso mailing list e i canali social.
“Allora! vuole contribuire ad una forte campagna comunitaria sulla salute e pro-vaccinazione in lingua italiana durante la crisi pandemica, che contrasti l’indice esitazione nella nostra comunità,” ha aggiunto Baldi.
Il periodico fornirà fino al 2022 annunci ufficiali e grafiche in lingua italiana all’interno della campagna governativa multilingue lanciata dalle autorità sanitarie, collaborando con l’agenzia per la salute del governo statale e Multicultural NSW anche attraverso articoli giornalieri sul proprio quotidiano Allora! Online.
“La redazione continua a spendersi con poche risorse per raggiungere sempre più connazionali con informazioni essenziali e necessarie in lingua italiana che altrimenti non avrebbero”, ha concluso Baldi. “Non possiamo che augurarci che anche le istituzioni italiane riconoscano quanto è sotto gli occhi di tutti da molto tempo”.
Sul periodico Allora! saranno pubblicate anche esperienze di connazionali che si sono già sottoposti alla vaccinazione al fine sostenere una corretta informazione sugli effetti del vaccino e contribuire alla fine dell’isolamento introdotto a seguito della rapida diffusione della variante Delta. (aise)