L’impresa, il lavoro e la cultura italiana nel mondo: a Cuba il XIII congresso della CIM

ROMA\ aise\ - Europa e Australia, Nord e Sudamerica, Asia ed Africa, 33 paesi: c’è è tutto il mondo al XIII Confederazione degli Italiani nel Mondo - CIM che si terrà a L’Avana tra il 31 maggio e il 2 giugno.
Da tempo il numero di persone di origine italiana che vivono all’estero -orgogliosi delle loro radici famigliari e culturali - ha superato quelli residente nel BelPaese. Si tratta in molti casi di storie di successo e di un veicolo di valori di qualità, competenza e professionalità.
I temi intorno ai quali ruotano le tesi congressuali e il ruolo della CIM vanno dalla cultura italiana nel mondo alle pari opportunità, dalle proposte su turismo allo sviluppo, dal-la riscoperta dei borghi al settore eco-agro-alimentare.
Nei mesi precedenti il presidente della CIM, Angelo Sollazzo, ha incontrato le massime autorità del paese caraibico, a cominciare dal Primo ministro Manuel Marrero Cruz: con gli esponenti del governo cubano sono previsti alcuni seminari con i delegati CIM.
Il programma
Si parte il 31 maggio alle ore 10.00 con l’arrivo dei delegati; alle 12.00 ricevimento e saluto di benvenuto alle delegazioni estere; alle ore 15.00 Apertura Ufficiale al quale prenderanno parte il Presidente della Repubblica di Cuba, Miguel Diaz-Canel all’Hotel Nacional.
Alle 17.00 relazione generale con l’On. Angelo Sollazzo; poi gli interventi dei responsabili delle delegazioni CIM estere. Infine alle 21.00 Cena di Gala
Il 1° giugno si parte alle 9.00 con la seduta plenaria, dibattito fino al pranzo delle ore 13.00. Alle 14.30 ancora seduta plenaria con il Primo Ministro e Capo del Governo, Manuel Marrero. Con lui una Sessione Straordinaria su Opportunità di investimenti a Cuba e strumenti di sostegno italiano. Alle ore 17.00, poi, incontri tra imprenditori, industriali e professionisti; workshop - Tavoli Tematici su Turismo, Costruzioni, Industria, Energia, Agro Alimentare, Cultura, Formazione, Comunicazione, Sanità, Assistenza.
Il giorno della chiusura, 2 giugno, la chiusura lavori alle ore 9.00 ripresa lavori, alle ore 10.00 elezione degli organi statutari, alle ore 11.00 Replica del Presidente e alle ore 12.00 si chiuderà il Congresso. (aise)