A FIRENZE IL MASTER PER IL “PATRIMONIO AGRICOLO” FINANZIATO DALL’AICS

A FIRENZE IL MASTER PER IL “PATRIMONIO AGRICOLO” FINANZIATO DALL’AICS

FIRENZE\ aise\ - Formare studenti a gestire e identificare sistemi e paesaggi del patrimonio agricolo, armonizzando processi economici, sociali e ambientali. È questo l’obiettivo centrale del Master sul “Patrimonio Agricolo” (“Agricultural Heritage”) finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo (AICS) in collaborazione con il PIN (Polo Universitario Città di Prato), che prenderà il via nel gennaio del 2020 all’Università di Firenze.
Il corso, che si inserisce nel più ampio progetto di ricerca finalizzato allo sviluppo di un centro di formazione di alto livello presso il Laboratorio per i beni culturali e del paesaggio (CULTLAB) presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Firenze, ha tra i suoi obiettivi principali l’identificazione di potenziali siti GIAHS nei Paesi Prioritari dell’AICS, in Africa, Asia e Sud America. Il laboratorio è stato infatti incaricato di sviluppare il registro nazionale del paesaggio rurale storico con sede presso il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali ed è stato anche coinvolto nella definizione di strategie paesaggistiche per il Piano strategico nazionale per lo sviluppo rurale. Mentre il corso, invece, fa parte delle attività definite da un protocollo d’intesa tra la FAO e il Governo italiano per la promozione del programma GIAHS.
Seguendo i nuovi approcci multidisciplinari che considerano i sistemi e i paesaggi del patrimonio agricolo come un’opportunità per il futuro delle aree rurali, il master si pone come obiettivo quello di formare gli studenti a gestire e identificare efficacemente sistemi e paesaggi del patrimonio agricolo, includendoli in un modello di sviluppo sostenibile del territorio rurale, armonizzando processi economici, sociali e ambientali. Il corso offrirà una formazione molto specifica sui paesaggi rurali, creando un esperto in grado di informare i processi decisionali e le strategie di ricerca, nel quadro della governance del territorio rurale.
Gli insegnamenti del master si baseranno su un approccio multidisciplinare, in modo da analizzare tutte le componenti, naturali e sociali, dei sistemi del patrimonio agricolo.
La sede principale del master è presso il Laboratorio per i beni culturali e paesaggistici, Dipartimento per i sistemi agricoli, alimentari e forestali, Scuola di Agraria, dell’Università degli Studi di Firenze. (aise) 

Newsletter
Archivi