AICS: UNA MATRICE GENDER PER MIGLIORARE IL COORDINAMENTO DELL’AIUTO IN PALESTINA

AICS: UNA MATRICE GENDER PER MIGLIORARE IL COORDINAMENTO DELL’AIUTO IN PALESTINA

GERUSALEMME\ aise\ - Nonostante l’emergenza pandemica COVID-19 e l’obbligo di incontrarsi virtualmente in video-conferenza, prosegue il lavoro del Gender Technical Working Group, partecipato dagli Stati Membri dell’Unione Europea in Palestina attivi nel settore Gender.
Oggetto del meeting è stata la presentazione e discussione della Gender Matrix, mappatura di 88 progetti nel settore gender finanziati da 16 diversi donatori EU (inclusa la Corea del Sud) in corso nel 2019, per un impegno complessivo di circa 250 milioni di euro.
Nella prima parte dell’incontro, l'AICS Gerusalemme ha presentato i dettagli della matrice e sottolineato le principali conclusioni, tra cui si segnalano positive buone pratiche trasmesse in termini di partecipazione femminile al disegno e alla realizzazione delle diverse fasi di progetto e una diffusa sensibilità multi-settoriale, in parallelo all’individuazione di aree di miglioramento sul fronte dell’analisi gender e circa la necessità di dotarsi di un approccio maggiormente strutturato sul gender mainstreaming.
Durante la successiva discussione tra i partner, ulteriori elementi chiave della ricerca sono emersi, come l’importanza del sotto-settore dello sviluppo economico accanto a progetti più specificatamente volti alla risposta alla violenza di genere o al rafforzamento della partecipazione femminile.
È emersa infine, chiaramente, la necessità di monitorare l’evoluzione di casi di violenza di genere durante gli isolamenti familiari imposti dalla pandemia, che potrebbero aggravare la già fragile protezione delle donne palestinesi, con lo scopo di adeguare gli interventi all’emergenza in corso. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi