DIPLOMACY: L'AICS PROTAGONISTA AL FESTIVAL DELLA DIPLOMAZIA

DIPLOMACY: L

ROMA\ aise\ - L’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) partecipa all’XI edizione di Diplomacy, il Festival della Diplomazia, che si è aperta il 19 ottobre e proseguirà sino al 30 del mese, in parte in digitale e in parte in presenza, presso la sede del Comitato promotore in via Carlo Botta a Roma.
A partire da domani, 22 ottobre, all’Agenzia sarà riservato uno slot giornaliero di un’ora, a partire dalle 12.30: sei incontri per spiegare la natura governativa dell’AICS, la sua struttura e le attività.
L’approccio, che sarà colloquiale e multimediale, utilizzerà la voce di rappresentanti dell’Agenzia, accanto a quella di rappresentanti dei Paesi partner. L’impostazione è quella dei 5 pilastri dell’Agenda 2030: Persone - Prosperità - Pianeta - Pace e democrazia – Partenariato.
Il direttore AICS, Luca Maestripieri, presenterà l’appuntamento quotidiano dell'Agenzia su DiploChannel1: si parte il 22 ottobre con “Chi siamo” e il lancio del video istituzionale dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo-AICS. Maestripieri racconterà delle strategie e delle attività dell’Agenzia e lo farà presentando il progetto immaginato per l’edizione 2020 del Festival della Diplomazia. Un percorso che si snoderà intorno alle 5P - Persone, Prosperità, Pace, Pianeta, Partenariati – che sono i principi sui quali si incardinano gli SDGs dell’Agenda 2030, che guidano le scelte strategiche dell’Agenzia e che saranno declinate e narrate nei 5 giorni successivi. Interverranno anche alcuni dei dirigenti della sede AICS di Roma e Firenze per raccontare cosa fa l’Agenzia per e con i Paesi partner.
Il 23 ottobre sarà la volta delle “Persone”. “Aiutare le persone dei Paesi partner è la cosa giusta da fare e un interesse nazionale e globale, non solo in tempo di crisi o pandemia; esso rappresenta un impegno di cambiamento a lungo termine”. Un viaggio attraverso il Sudan e la Palestina ed i progetti delle rispettive sedi estere dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo-AICS e la testimonianza diretta di alcuni dei nostri partner e creatori di sviluppo per parlare di cosa l’AICS fa per garantire: Educazione; Salute: un diritto per tutti; Migrazione e sviluppo; Disabilità: partecipazione ed inclusione.
Prosperità” è il tema dell'incontro in programma il 26 ottobre. “Prosperità significa anche investire per creare lavoro nei Paesi partner, incoraggiando l’attività dei piccoli imprenditori locali”. Vedremo come il mondo profit collabora proficuamente con l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo-AICS in un’ottica di business inclusivo, con l’obiettivo di contribuire a una crescita economica sostenibile per tutti. Si parlerà anche di beni e attività culturali, quali motore di sviluppo economico e sociale, viaggiando fino a Bamiyan in Afghanistan e visitando parte del centro storico de L’Habana a Cuba, il cui restauro è stato finanziato dalla Cooperazione Italiana.
Il “Pianeta” è protagonista il 27 ottobre. “Il cambiamento climatico e l’ambiente sono questioni globali che travalicano i confini nazionali”. Per parlare di ambiente e cambiamento climatico andremo in Niger per raccontare del programma Anadia 2.0, nato dalla collaborazione della sede in Burkina Faso dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo-AICS con partner italiani e locali. Continueremo viaggiando in Africa fino al Mozambico per vedere più da vicino come l’AICS, attraverso la sua sede estera, si faccia promotrice di iniziative a sostegno dell’agricoltura familiare e dello sviluppo rurale ma anche di progetti per affrontare e prevenire shock climatici in un’ottica di resilienza.
Il 28 ottobre sarà il momento di parlare di “Pace e democrazia”. “Nessun individuo o Paese può prosperare senza la pace. Pace e democrazia sono due obiettivi da perseguire per contribuire a creare società più inclusive ed eque”. Vedremo alcuni esempi concreti di azione dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo-AICS in contesti di fragilità o di crisi protratte: andremo in Siria con il progetto a sostegno alle comunità rurali; in Libia con il supporto offerto alle Municipalità; raggiungeremo in Sud America, con le iniziative per incoraggiare il processo di pace in Colombia, attraverso attività di sminamento e sviluppo rurale.
Infine il 29 ottobre a chiudere gli appuntamenti su Diplochannel 1 sarà il tema dei “Partenariati”. “Se vuoi andare veloce, vai da solo. Se vuoi andare lontano, vai insieme. Per cambiare il mondo in modo sostanziale, l’azione di contributo allo sviluppo della Cooperazione Italiana deve essere strettamente legata a quella dei suoi partner”. Un lungo e ricco viaggio in Senegal per vedere in che modo l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo-AICS, attraverso la sede estera di Dakar, declina le possibilità di partenariati inclusivi per lo sviluppo. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli