EL SALVADOR: AICS E WFP ASSISTONO 6.250 PERSONE COLPITE DALLA TEMPESTA TROPICALE AMANDA

EL SALVADOR: AICS E WFP ASSISTONO 6.250 PERSONE COLPITE DALLA TEMPESTA TROPICALE AMANDA

SAN SALVADOR\ aise\ - L'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) e il World Food Programme (WFP) stanno fornendo assistenza alimentare a 6.250 persone colpite dalle devastazioni della tempesta tropicale Amanda e dal COVID-19.
Dal 29 luglio, 6.250 persone ricevono trasferimenti in contanti che aiutano a garantire il fabbisogno alimentare per tre mesi. I trasferimenti di contante del WFP sono effettuati in due tranche, attraverso la rete di società finanziarie private con copertura nazionale, al fine di ridurre la mobilità e, di conseguenza, la possibilità di contagio del COVID-19.
Il Governo italiano, attraverso l'AICS, ha contribuito – con un totale di 500.000 euro – a fornire alle famiglie dei dipartimenti di La Paz e Usulután denaro per l'acquisto di alimenti nutrienti e di prima necessità nei negozi e nei mercati delle loro comunità, sostenendo così l'economia locale e i piccoli produttori agricoli. L'identificazione dei beneficiari e il coordinamento nelle comunità sono stati effettuati nell'ambito del partenariato del WFP con Ayuda en Acción e Save the Children.
La devastazione causata dalla tempesta tropicale Amanda, aggiunta all'impatto socio-economico della pandemia di COVID-19, ha aumentato il numero di persone vulnerabili in El Salvador. Le stime della valutazione nazionale del WFP a maggio indicano che 162.000 famiglie soffrono di insicurezza alimentare, sia nelle aree rurali che in quelle urbane, e hanno difficoltà a fare fronte alle esigenze alimentari del loro nucleo familiare.
"Questo intervento servirà a mitigare gli enormi problemi che molte famiglie salvadoregne stanno affrontando a causa dell'emergenza sanitaria COVID-19 e delle tempeste tropicali nel paese. Una consegna di contanti permetterà alle persone di identificare personalmente le proprie esigenze di base, sia alimentari che igienico-sanitarie, e di soddisfarle autonomamente", ha detto Riccardo Morpurgo, Direttore dell'AICS San Salvador.
"Il contributo del Governo italiano - ha specificato Andrew Stanhope, Rappresentante del WFP nel paese centroamericano -, arriva in un momento chiave per continuare a fornire assistenza alle famiglie più vulnerabili che, per i danni causati dalla tempesta tropicale Amanda e per le conseguenze della pandemia di COVID-19, hanno difficoltà ad avere cibo sufficiente sulla tavola".
"L'Italia - ha affermato ancora Umberto Malnati, Ambasciatore italiano in El Salvador -, pur essendo uno dei Paesi più colpiti dal virus, è stata uno dei principali attori dello sforzo della comunità internazionale per affrontare l'epidemia di COVID-19, secondo il principio che: nessuno è al sicuro finché tutti non sono al sicuro". (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli