IL MINISTRO COSTA A EXCO: ITALIA ASPIRA ALLA LEADERSHIP DELLA COOPERAZIONE GLOBALE

IL MINISTRO COSTA A EXCO: ITALIA ASPIRA ALLA LEADERSHIP DELLA COOPERAZIONE GLOBALE

ROMA\ aise\ - “L’Italia crede fortemente nella cooperazione globale e aspira ad assumerne la leadership. Per questo abbiamo da tempo avviato e stiamo ora intensificando l’attività di cooperazione del ministero dell’Ambiente, soprattutto nei confronti dei Paesi più vulnerabili di tutti i continenti”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa intervenendo a Exco 2019, la prima manifestazione globale dedicata a soluzioni innovative a disposizione degli attori della cooperazione allo sviluppo inaugurata oggi a Roma.
“L’Africa, particolarmente vulnerabile agli effetti negativi dei cambiamenti climatici, rappresenta per l’Italia la priorità in termini di cooperazione ambientale – ha spiegato Costa - con enormi potenzialità di intraprendere un percorso proficuo verso lo sviluppo sostenibile, anche alla luce della grande disponibilità di fonti energetiche rinnovabili. Vorrei ricordare che abbiamo oggi oltre 40 accordi Di cooperazione bilaterali nel mondo di cui 17 con Paesi africani, mentre altri 25 sono in fase negoziale avanzata, 10 con Paesi africani”.
“Tramite la cooperazione mettiamo a disposizione know-how, expertise e risorse finanziarie per accompagnare i nostri partner lungo percorsi virtuosi coerenti con la lotta al cambiamento climatico – ha aggiunto il ministro -, in particolare sul fronte della mitigazione e dell’adattamento. Mi riferisco alla transizione energetica verso le rinnovabili, ad una migliore e più efficiente gestione delle acque, alla riforestazione, al trattamento dei rifiuti, penso in particolare alle plastiche e al marine litter, alla previsione e preparazione di allerte climatiche”.
“La sfida è quella di rendere l’ambiente una grande leva di sviluppo economico in tutti i Paesi – ha proseguito il ministro - rilanciando nuove opportunità e prospettive di lavoro attraverso tecnologie pulite, risparmio energetico ed energie rinnovabili. In questo spirito abbiamo inaugurato a Roma lo scorso gennaio il Centro per l’Africa per il clima e lo sviluppo sostenibile”.
“Siamo fermamente convinti – ha concluso Costa - che solo adottando un approccio olistico e promuovendo partnership multilivello, è possibile affrontare efficacemente il cambiamento climatico”. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli