L’AICS IN EGITTO: IL DIRETTORE MAESTRIPIERI AL CAIRO

L’AICS IN EGITTO: IL DIRETTORE MAESTRIPIERI AL CAIRO

ROMA\ aise\ - Il Direttore dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo, Luca Maestripieri, è da sabato scorso in visita in Egitto, primo Paese visitato dal neo nominato Direttore AICS.
La Cooperazione italiana, presente in Egitto da più di 20 anni, con un portfolio di circa 250 milioni di Euro, è uno dei partner di cooperazione più importanti e apprezzati nel Paese. Focalizzata nella lotta alla povertà, la cooperazione italiana in Egitto incentra le sue attività nel settore agricolo e dello sviluppo rurale, nel settore sociale e dei diritti umani, nel settore migrazione e nell'appoggio al settore privato.
Ieri, il Direttore, accompagnato da Felice Longobardi, Direttore della Sede AICS il Cairo, ha conosciuto il personale AICS e gli esperti dei diversi progetti in corso di esecuzione e i rappresentanti delle ONG italiane. Ha quindi incontrato i funzionari della Delegazione Europea in Egitto per la presentazione dei progetti di Delegata UE e per conoscere lo stato dell’arte della programmazione congiunta e le possibili collaborazioni future AICS/UE.
Oggi, Maestripieri ha visitato il Governatorato di El Fayoum dove ha incontrato il Governatore Dott. Esam Saad e ha avuto l’opportunità di visitare i tre progetti in corso di realizzazione.
Il primo - “Sviluppo Socio-Economico delle Donne nelle Aree Rurali del Fayoum”, implementato dall’organizzazione Egiziana “Fayoum Agro Organic Development Association” (FAODA) – è finanziato nell'ambito del Programma di Conversione del Debito ed ha come obiettivo quello di migliorare le condizioni socio economiche delle famiglie che vivono nelle zone rurali e promuovere il miglioramento delle condizioni delle donne attraverso lo sviluppo dell’allevamento dei polli locali di razza Bigawi e il rafforzamento delle competenze delle Community Development Associations (CDAs).
Il secondo programma - “EU-Joint Rural Development Programme (EU-JRDP)” - il cui modello di gestione si basa sull’approccio partecipativo, ha un valore di 22 Milioni di Euro, è finanziato dall’Unione Europea ed è realizzato dal MAECI-DGCS con il supporto tecnico dell’AICS-Cairo. Nell’agenda di Maestripieri il sopralluogo a due componenti afferenti al miglioramento dell’efficienza dei sistemi irrigui (Aree Bahr Biahmou e Awlad Mohamed).
La visita si conclude con il sopralluogo all'area protetta di Wadi el Rayan, dove il Programma Italo-Egiziano di cooperazione ambientale, realizzato da UNDP, ha effettuato dei lavori di valorizzazione turistico – ambientale. Nello specifico il programma si prefigge di rafforzare le Istituzioni egiziane nel sostenere lo sviluppo sostenibile delle comunità rurali sfruttando lo sviluppo naturale, storico, culturale e sociale dei rispettivi territori.
Domani, ultimo giorno di permanenza in Egitto, il Direttore AICS visiterà il progetto Robbiki, realizzato in gestione diretta AICS-Cairo. L’iniziativa mira a sostenere il Centro di formazione e servizi costruito all'interno della Robbiki Leather City - RLC nell'organizzare e avviare le proprie attività di formazione e supporto ai conciatori attraverso la fornitura di attrezzature ed equipaggiamenti e l’assistenza tecnica specialistica da parte di esperti italiani.
Infine il Direttore Maestripieri incontrerà l’Ambasciatore Bebers del Ministero della Cooperazione Internazionale e degli Investimenti, nostro partner ufficiale di Cooperazione, in modo da tracciare un bilancio dei risultati conseguiti dalle nostre iniziative in corso di esecuzione e gettare le basi per rafforzare la cooperazione futura. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli