Agricoltura sostenibile: Regione Fvg riceve delegazione Fao

TRIESTE\ aise\ - “Il Friuli Venezia Giulia è da sempre impegnato in progetti di cooperazione internazionale, in varie aree del mondo, e nella promozione dell'agricoltura sostenibile e dei processi di innovazione che possono avvantaggiare tutto il pianeta per vincere la battaglia contro la piaga della fame”. È la riflessione con la quale l'assessore di Regione Fvg, Sebastiano Callari, ha accolto nel Palazzo della Regione la delegazione della Fao (Food and Agriculture Organization) guidata dal direttore generale Qu Dongyu da oggi in visita in Friuli Venezia Giulia.
Tra gli esempi di buone pratiche nel territorio, Callari ha evidenziato l'attività nell'ambito dell'agricoltura aeroponica della società Zero Farms di Pordenone, sviluppatasi sulla scia di Expo 2015, e che utilizza un sistema di produzione delle derrate alimentare avanzatissimo, il quale potrebbe rivelarsi utile, in particolare, nelle zone a rischio di desertificazione.
“I temi del cibo sono legati alla cultura di un Paese - ha aggiunto l'assessore regionale -; per difendere il pianeta dobbiamo mettere a fattor comune non solo le migliori pratiche sotto il profilo tecnologico ma anche le eccellenze della cultura dell'alimentazione”.
Il direttore della Fao ha manifestato apprezzamento per l'accoglienza ricevuta e ha espresso la volontà di intensificare le relazioni a livello regionale per acquisire contributi concreti ai temi all'attenzione dell'organizzazione che opera entro l'Onu.
La delegazione presente da oggi a Trieste era composta, oltre che dal direttore Fao Dongyu, da Maurizio Martina, già ministro delle Politiche agricole, Maximo Torero, Dejan Jakovlievic e Zhe Xiong. (aise)