Aics con Enel Foundation per "African Century: Youth": a Roma la presentazione del progetto

ROMA\ aise\ - Il prossimo 1° ottobre a Roma, presso la Galleria del Cembalo, avrà luogo l’evento “Verso l’African Century: il ruolo dei giovani africani” che presenterà i contenuti di “African Century: Youth”, progetto multimediale promosso da Enel Foundation e dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), che ritrae il contributo delle nuove generazioni africane agli straordinari cambiamenti che stanno portando il continente verso un percorso di sviluppo solido e sostenibile.
I lavori saranno introdotti – a partire dalle 17.00 – da Carlo Papa, Direttore di Enel Foundation, ed Emilio Ciarlo, Direttore rapporti istituzionali e comunicazione all’AICS.
Ad illustrare il progetto saranno Riccardo Venturi, Lorenzo Colantoni e Arianna Massimi di Akronos. Quindi verranno proiettati foto e video tratti dalle storie dal progetto.
Seguirà un focus su “Sostenibilità, sviluppo e la nuova Africa” con i contributi di Astou Ndiaye Toure, delegata a Youth4Climate per il Senegal, Sibusiso Mazomba, delegato per l’Africa e Brian K Maina, delegato per il Kenya (TBC).
African Century: Youth è il terzo capitolo della serie multimediale “The African Century” dedicata all’attuale sviluppo socio-economico che sta vivendo l’Africa Sub-Sahariana e che potrebbe trasformare il XXI secolo nel cosiddetto secolo africano. I due capitoli precedenti della serie sono stati Open Africa, dedicato al tema dell’accesso all’energia e realizzato nel tra il 2017 e il 2018, e GhanAgri, dedicato all’agricoltura con un focus specifico sul Ghana e finalizzato nel 2020.
L’obiettivo di African Century: Youth è quello di raccontare l’anima più profonda e determinante per la trasformazione del XXI secolo nell’African Century: i suoi giovani. Non è solo una questione demografica – l’Africa è il continente più giovane al mondo, e così rimarrà nei decenni a venire – ma anche sociale: sono le nuove generazioni africane che raccolgono e promuovono gli input che potrebbero consentire a molti paesi quel salto verso uno sviluppo stabile e durevole, desiderato ma non raggiungo dai tempi dell’indipendenza dalle potenze coloniali.
Sono giovani start-upper che sviluppano app e diffondono l’utilizzo di tecnologie innovative in settori ancora fortemente tradizionali - come l’agricoltura - attivisti e artisti impegnati a livello locale per contribuire allo sviluppo sociale ed economico delle comunità rurali, migranti di ritorno per promuovere la lezione imparata in Europa o negli Stati Uniti.
African Century: Youth ritrae, attraverso foto e video, il ruolo chiave dei giovani nell’ambito dell’empowerment sociale, educativo ed economico delle comunità africane fino ad arrivare all’impiego delle nuove tecnologie e al ruolo - sempre più centrale - delle donne in ambito economico, politico e sociale con un focus specifico dedicato al clima e all’energia.
Il progetto si concentra su Senegal, Kenya e Sud Africa e, come in precedenza, sarà finalizzato in un libro e in un documentario. L’evento, inoltre, è parte dell’agenda degli eventi All4climate, organizzati nell’ambito della Pre Cop 26. (aise)