AL VIA IL PROGETTO TRITON: PUGLIA E GRECIA CONTRO L’EROSIONE COSTIERA

AL VIA IL PROGETTO TRITON: PUGLIA E GRECIA CONTRO L’EROSIONE COSTIERA

BARI\ aise\ - Un modello di gestione integrata delle zone costiere tra la Puglia e la Grecia occidentale per ridurre le conseguenze dell'erosione delle coste. L'incontro di lancio del progetto Triton, cofinanziato dal programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020, si terrà tra domani e dopodomani a Bari, quando la Regione Puglia ospiterà, presso la sede dell'Agenzia regionale per la tecnologia e l'innovazione (ARTI), l'incontro di lancio del progetto. La Regione Puglia è il capofila del progetto, in collaborazione con un partner italiano, il Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), e tre partner greci, la Regione della Grecia occidentale, la Rete delle città europee per lo sviluppo sostenibile e l'Università di Patrasso.
Il progetto Triton, acronimo di “Development of management tools and directives for immediate protection of biodiversity in coastal areas affected by sea erosion and establishment of appropriate environmental control systems”, ha un budget complessivo di € 858.000 ed è finanziato dal Programma Interreg V-A Grecia-Italia 2014-2020 nell'ambito dell'Asse prioritario 2 Gestione ambientale integrata e nasce dalla necessità di ridurre le conseguenze dell'erosione costiera e di stabilire adeguati sistemi di controllo ambientale.
Grazie al progetto Triton, verrà sviluppato un modello di gestione costiera integrato tra la Puglia e la Grecia occidentale al fine di elaborare strumenti di supporto decisionale per la protezione delle aree costiere e ridurre le conseguenze dell'erosione costiera, dovuta a cause naturali, come venti tempestosi, onde alte e forti correnti, e cause provocate dall'uomo come l'espansione urbana, lo sviluppo turistico e le infrastrutture.
I principali risultati del progetto saranno: un kit di strumenti per i decisori politici, un sistema informativo territoriale GIS/SIT su piattaforma web partecipativa che consente ad abitanti e visitatori di comunicare efficacemente con le autorità locali e regionali, una serie di indicatori condivisi e strumenti di supporto decisionale per la mappatura e il monitoraggio del rischio di erosione costiera, una proposta di legislazione sulla cooperazione transfrontaliera tra Grecia e Italia per la gestione delle zone costiere, un osservatorio pilota per creare modalità condivise di raccolta e monitoraggio dei dati, un corso di formazione internazionale per il personale degli enti interessati e delle associazioni professionali, un manuale per l'adozione del piano operativo comune per la gestione delle zone costiere a livello adriatico-ionico. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi