ATTERRATO A MILANO IL VOLO DALLA CINA CON MEDICI E MATERIALE SANITARIO

ATTERRATO A MILANO IL VOLO DALLA CINA CON MEDICI E MATERIALE SANITARIO

MILANO\ aise\ - È atterrata ieri pomeriggio all'aeroporto di Malpensa di Milano la delegazione cinese, proveniente dalla provincia dello Zhejiang, composta da 7 medici, 3 infermieri, 3 tecnici con il materiale destinato agli ospedali lombardi. Ad attendere gli operatori sanitari c'erano il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala e il sottosegretario alla Presidenza con delega ai Rapporti con le delegazioni internazionali Alan Christian Rizzi.
Dalla Cina sono arrivate oltre 400.000 mascherine, 5.000 indumenti protettivi medici, ventilatori, oltre a guanti, occhiali protettivi, monitor, indumenti protettivi, disinfettanti e tanto altro ancora.
"Un segno tangibile, un aiuto concreto arrivato dalla Cina - ha sottolineato il vicepresidente Sala - e la nostra presenza qui è la testimonianza del ringraziamento da parte di tutta la Giunta regionale e dei cittadini lombardi".
"Il primo gruppo di esperti in Sars e in Covid che è arrivato in Lombardia - ha proseguito Fabrizio Sala - ci aiuterà ad affrontare questa emergenza. Ci hanno portato, oltre alle mascherine, apparati per la ventilazione che per noi sono di vitale importanza. Lavoriamo giorno e notte e quotidianamente facciamo un appello, a tutto il mondo: abbiamo bisogno di queste attrezzature e di queste persone. Ringraziamo la Cina che ha risposto immediatamente".
"È un momento molto importante per Regione Lombardia - ha rimarcato il sottosegretario Rizzi - e i medici, i tecnici specializzati, insieme al materiale sanitario, sono l'espressione di un aiuto concreto che arriva dalla Cina e sarà sicuramente utile alla sanità lombarda e che certamente
contribuirà a salvare tante vite. Oggi ne abbiamo bisogno più che mai". "Questo è un segnale che c'è una attenzione particolare - ha continuato Rizzi - anche in virtù degli ottimi rapporti istituzionali che ci sono stati in tutti questi anni. La delegazione cinese si fermerà in Lombardia per almeno due settimane. Il primo briefing si terrà domani (oggi - ndr) e, con l'unità di crisi di Regione Lombardia, si stabilirà un programma operativo". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi