“ATTIVI NELLO SPORT, ATTIVI NELLA SOLIDARIETÀ”: CISALFA E DON BOSCO PER I GIOVANI DELLA SIERRA LEONE

“ATTIVI NELLO SPORT, ATTIVI NELLA SOLIDARIETÀ”: CISALFA E DON BOSCO PER I GIOVANI DELLA SIERRA LEONE

ROMA\ aise\ - Da questo mese fino a febbraio, alcuni negozi selezionati della catena Cisalfa Sport - da Milano a Roma a Palermo, passando per Torino, Ravenna, Olbia e Bari - mettono a disposizione dei clienti la borraccia che i partecipanti all’evento sportivo del 1° novembre nella capitale hanno visto associata alla persona e campionessa olimpica Fiona May.
I salesiani in Sierra Leone da molti anni si occupano dei ragazzi e delle ragazze di strada di Freetown, dove abbandono e prostituzione bloccano la loro corsa verso la vita. Uno strumento, che si è rivelato importante per incontrarli e per proporre loro una via di uscita dalla povertà che porta alcuni fino allo sfruttamento sessuale, è un bus che circola costantemente nei quartieri a rischio. Raccoglie i ragazzi per una “gita” di conoscenza del centro Fambul (Famiglia), dove possono incontrare chi prima di loro ha avviato e portato a termine un percorso di scolarizzazione e di avvio al lavoro, ma soprattutto coetanei e adulti amici con cui condividere il tetto, la tavola e la speranza.
Le borracce, divenute da noi un segno dell’attenzione ecologista, sono in questo caso anche un simbolo di chi vuole portare acqua al progetto che Missioni Don Bosco sostiene con i suoi benefattori. Con una donazione, i clienti di Cisalfa possono affidare in mani sicure l’aiuto a minori abbandonati, privi di protezione, bisognosi in prima istanza di assistenza sanitaria e riabilitativa sul piano fisico e psicologico.
Il progetto nel dettaglio è illustrato qui: https://progetti.missionidonbosco.org/progetti/il-bus-che-distribuisce-sorrisi-fra-i-bimbi-di-strada/. (aise) 

Newsletter
Archivi