Con il progetto Aics su informazione e migrazione in Africa nasce una serie di reportage in onda su TV5 Monde Afrique

ROMA\ aise\ - Esiste uno sguardo dei media africani sulle migrazioni in Africa? Questa la domanda a cui una serie di grandi reportage sull’informazione e le migrazioni in cinque paesi dell’Africa occidentale e centrale (Niger, Senegal, Nigeria, Mali e Camerun), prova a dare risposte.
La serie, in onda sul principale canale televisivo panafricano, TV5 Monde Afrique, ha come obiettivo quello di illustrare da un lato il ruolo e lo sguardo dei media africani della regione su vari aspetti della migrazione (da quella legale a quella irregolare, passando per l’integrazione e i diritti dei migranti nei paesi target), dall’altro l’accesso delle popolazioni locali, e special modo dei giovani, all’informazione sui temi della migrazione.
Prodotti dal gruppo editoriale RACECO, i grandi reportage, diffusi anche sul canale Ouest-TV (in francese, inglese e portoghese) e fruibili sulla piattaforma dell’Unione africana di radioffusione (UAR), che raggruppa le radiotelevisioni pubbliche del continente africano, danno voce agli attori locali coinvolti nel progetto “Empowering Young People in Africa through Media and Communication”, ovvero professionisti dei media, società civile, rappresentanti governativi, migranti, giovani, ecc.
Il progetto “Empowering Young People in Africa through Media and Communication”, realizzato dall’UNESCO in otto paesi dell’Africa occidentale e centrale e finanziato da AICS attraverso il “Fondo Africa” del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, istituito nel 2016 a favore di interventi straordinari volti a rilanciare il dialogo e la cooperazione con Paesi africani d’importanza prioritaria per le rotte migratorie. (aise)