Festival dello Sviluppo Sostenibile: a Khartoum si parla di “Architettura come strumento di integrazione e qualità e confort in contesti di emergenza”

KHARTOUM\ aise\ - “Architettura come strumento di integrazione e qualità e confort in contesti di emergenza” è il tema del webinar organizzato dall’AICS Khartoum in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia, il Politecnico di Milano, l’Università di Camerino, UNDP Sudan e la Khartoum University nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2021.
Durante il seminario, che sarà trasmesso on line l’11 ottobre dalla sede AICS di Khartoum, in Street 33, Al-Amarat, verranno affrontate questioni legate alle tecniche costruttive e ai materiali utilizzati e allo stesso tempo la necessità di coinvolgere la comunità per creare processi partecipativi e arrivare a soluzioni condivise. Il webinar riserverà un’attenzione speciale alle tecnologie costruttive più appropriate in situazioni di vulnerabilità ed emergenza, affinché diventino strumenti idonei per assicurare costruzione e manutenzione sostenibile dell’ambiente abitativo. Un importante argomento sarà quello del “upcycling” volto al riuso creativo di materiali in ambito architettonico favorendo il cosiddetto “processo circolare”.
L’evento si svolgerà in lingua inglese in presenza con diretta streaming, sulla piattaforma Teams.
Ad aprire l’incontro saranno i saluti istituzionali di Michele Morana, titolare della Sede AICS di Khartoum, e Gianluigi Vassallo, ambasciatore d’Italia in Sudan. Seguirà il dibatto su “Architettura umanitaria e cooperazione allo sviluppo”, al quale interverranno: Alessio Battistella, architetto e docente universitario, presidente di Arco- Architettura e Cooperazione; Lancelot Ayo Lake, Community Infrastructure and Housing expert, UNDP Sudan; Camillo Magni, direttore del Master in Design for Development Politecnico di Milano. Di “Architettura circolare: forme e metodologie” parlerà Maria Federica Ottone, direttore del Master CirculAr; di “Archittetura circolare: forme e metodologie dell’Università di Camerino, Scuola di Architettura e Design; di “Cambiamento climatico e tecnologia architettoniche appropriate” Akram Al Kalifa, rettore Facoltà di Architettura Università di Khartoum, l’architetto Stefano Rosso e Walaa Ahmed/ Miramitta Botrous TA, Dipartimento di Construction Management and
Economics, Facoltà di Architettura Università di Khartoum.
Il webinar si concluderà con la presentazione del manuale “A place called Mayo. The path to resilience” a cura di Francesca Nardi dell’AICS Khartoum e Alessio Battistella e Filippo Condorelli di ARCò - Architettura e cooperazione. (aise)