IILA e OCSE insieme per una ripresa sostenibile in America Latina e Caraibi

ROMA\ aise\ - L'Organizzazione Internazionale Italo Latino-Americana (IILA) e l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) hanno annunciato in queste ore una nuova partnership strategica, sancita dalla firma di un Protocollo d'Intesa (MOU) che individua le aree di collaborazione strategica. Grazie a questo partenariato, l'IILA e l'OCSE, attraverso il suo Centro di sviluppo, intendono promuovere il dialogo e l’impatto delle politiche governative incoraggiando scambi di esperienze e buone pratiche per una ripresa sostenibile e inclusiva in America Latina e nei Caraibi (ALC).
L'IILA e l'OCSE hanno già collaborato, in particolare attraverso il Centro di sviluppo dell'OCSE, di cui sono membri 14 paesi della regione latinoamericana e caraibica. Il nuovo partenariato mira a rafforzare e ampliare tale cooperazione su un'ampia gamma di settori politici e consentirà di utilizzare al meglio e rendere sinergiche le estese competenze dell'OCSE e la specifica esperienza IILA in America Latina per contribuire all'attuazione delle riforme economiche e sociali. La collaborazione si concentrerà su almeno quattro aree in ALC: sviluppo sostenibile ed economia circolare; sviluppo territoriale; sviluppo delle piccole e medie imprese (PMI) e politiche per le PMI; politica finanziaria, economica e sociale.
Il Segretario Generale dell'OCSE Angel Gurría, durante la cerimonia, ha dichiarato: “La collaborazione tra l'OCSE e l'IILA giunge in un momento critico per l'America Latina e i Caraibi. Conferma l’impegno della nostra collaborazione con la regione per sostenere la progettazione e l'attuazione di politiche a sostegno di una ripresa migliore all'indomani della crisi causata dal covid-19”.
Anche Antonella Cavallari, Segretario Generale dell'IILA, ha commentato la novità, ricordando i legami esistenti tra le due istituzioni nell'ambito delle attività del Centro di sviluppo dell'OCSE e ha sottolineato le importanti ragioni che hanno indotto a rafforzare questa collaborazione estendendola agli specifici settori chiave inclusi nell’Accordo.
Infine, anche l'Ambasciatore Antonio Bernardini, Rappresentante Permanente d'Italia presso l'OCSE ed ex Ambasciatore d'Italia in Brasile, ha ribadito il forte impegno dell'Italia nel sostenere le attività congiunte di IILA, OCSE e del suo Centro di Sviluppo, accogliendo l'accordo come segno della permanente rilevanza del rapporto tra ALC e OCSE.
IILA e OCSE coopereranno in particolare attraverso manifestazioni internazionali e ricerche congiunte, scambio di informazioni e buone pratiche, partecipazione di esperti alle riunioni organizzate da ciascuna delle parti, anche attraverso il programma regionale dell'OCSE per l'America Latina e i Caraibi. (aise)